A WALL STREET COME IN MEZZO A UNA PALUDE

1 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata tutti i principali indici di borsa oscillano stancamente senza cambiare la situazione iniziale: perdite sul Nasdaq, modesti rialzi sulle Blue Chip.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

La seduta e’ caratterizzata da un basso volume di scambi e l’atteggiamento degli investitori pare privo di direzione.

I dati economici diffusi in prima mattinata indicano una battuta d’arresto nell’avanzata dell’economia Usa e nessun segnale allarmante sul fronte dell’inflazione.

Prezzi elevati nel settore delle materie prime mantengono sotto controllo la crescita del comparto manifatturiero, mentre la spesa per le nuove costruzioni edili scesa al minimo degli ultimi sei mesi.

Nel frattempo la spesa per i consumi, una voce che pesa per i due terzi dell’economia, e’ cresciuta di un modesto 0,5% in giugno, un decimo di punto percentuale in piu’ rispetto al reddito personale.

I dati sono stati interpretati dagli economisti come un semaforo rosso per la Federal Reserve in materia di tassi d’interesse: l’aumento di agosto dovrebbe essere scampato.

“Le probabilita’ che la Fed stringa sul costo del denaro durante la prossima riunione (in calendario il 22 agosto) sono attorno al 40%”, azzarda Oscar Gonzalez, economista di John Hancock Financial Services.

Il tormentone dei mercati rimangono gli utili aziendali: se l’economia frena, difficilmente si potra’ registrare un aumento nella seconda parte dell’anno.

La fiacca estiva, che non risparmia neppure Wall Street, non aiuta a vedere chiaro all’orizzonte e gli operatori, come invischiati nelle sabbie mobili, cercano di muoversi il meno possibile.

Sono in rialzo il settore petrolifero, biotecnologico, farmaceutico, utenze, alimentare, aerospaziale e beni di largo consumo.

Perdono il settore delle reti di comunicazione, Internet, semiconduttori, personal computer e telecomunicazioni.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore delle telecomunicazioni, la multinazionale americana Cisco System (CSCO) ha acquistato una quota del 19,5% dell’italiana Advanced Network Solutions Spa, rafforzando la sua presenza nella penisola. Il titolo Cisco perde l’ 1,5%.(Vedi articolo WSI delle 7:02)

Nel settore farmaceutico, il successo del farmaco contro la schizofrenia Seroquel e del trattamento per cardiopatici Zestril hanno fatto rimbalzare nel secondo trimestre gli utili del gruppo farmaceutico anglosvedese Astra Zeneca (AZN) a quota $917 milioni, pari a 52 centesimi di dollaro per azione. Il titolo Astra Zeneca guadagna piu’ del 2,5%.(Vedi articolo WSI delle 8:06)

Sempre nel settore farmaceutico, uno studio della facolta’ di medicina dell’universita’ Johns Hopkins ha affermato che il Viagra, medicinale creato da Pfizer (PFE) che nel secondo trimestre ha raggiunto vendite di $304 milioni, contribuisce al rilassamento dei muscoli del sistema digestivo, permettendo al cibo di passare piu’ facilmente dallo stomaco all’intestino. Il titolo Pfizer guadagna piu’ del 3%.(Vedi articolo WSI delle 9:44)

Nel settore dei prodotti di largo consumo, Procter & Gamble (PG) ha chiuso il quarto trimestre del suo anno fiscale con un utile, esclusi oneri straordinari, di 55 centesimi per azione, in linea con le aspettative del mercato. Il titolo Procter & Gamble ha invertito la tendenza e a meta’ giornata guadagna quasi il 4%.(Vedi articolo WSI delle 8:55)

Nel settore Internet, Expedia (EXPE), l’agenzia viaggi in Rete nella quale Microsoft (MSFT) e’ azionista di maggioranza, ha annunciato per il suo quarto trimestre perdite di 30 centesimi per azione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le aspettative degli analisti di First Call/Thomson Financial erano di 47 centesimi per azione. Il titolo Expedia guadagna quasi il 3,5%, mentre il titolo Microsoft perde quasi l’ 1%.

Sempre nel settore Internet, Priceline.com (PCLN) guadagna quasi il 6% dopo che i gruppi ultimediali Liberty Media e Vulcan Ventures hanno annunciato un investimento di $190 milioni nella societa’.

Nel settore delle telecomunicazioni, America Online (AOL) sta collaborando con DoCoMo, la divisione di telefonia mobile di NTT (NTT) per la fornitura di servizi wireless in Giappone. Lo riferisce il Wall Street Journal di oggi. Il titolo AOL perde quasi l’ 1%, mentre il titolo NTT perde piu’ dello 0,5%.

Nel settore informatico, Sony (SNE), ha annunciato di aver venduto 3 milioni di unita’ della consolle per videogiochi ‘PlayStation 2’ a soli cinque mesi dall’introduzione sul mercato statunitense. Il titolo Sony perde quasi l’ 1%.(Vedi articolo WSI delle 11:11)

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(GPS) The Gap, Inc. 10,616,600 35.813 invariato 0.00%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 8,801,200 44.000 +0.250 +0.57%;

(T) AT&T Corp. 7,853,900 31.875 +0.938 +3.03%;

(LMG.A) AT&T CORP-LIBERTY MEDIA CL A 6,619,000 21.500 -0.750 -3.37%;

(MOT) Motorola, Inc. 6,938,100 35.063 +1.813 +5.45%;

(NOK) Nokia Corporation 6,398,800 43.813 -0.188 -0.43%;

(PFE) Pfizer Inc 5,138,600 45.000 +1.625 +3.75%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 4,643,800 28.438 +0.500 +1.79%;

(NT) Nortel Networks Corporation 4,414,300 75.125 +0.875 +1.18%;

(WMT) Wal-Mart Stores, Inc. 3,819,400 53.313 -1.938 -3.51%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 15,529,500 64.438 -1.000 -1.53%;

(INTC) Intel Corporation 10,931,300 66.625 -0.125 -0.19%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 9,244,900 38.000 -1.063 -2.72%;

(WMUX) 7,820,400 15.313 +3.313 +27.60%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 8,125,800 117.375 -0.750 -0.63%;

(MSFT) Microsoft Corporation 8,099,200 69.438 -0.375 -0.54%;

(COMS) 3Com Corporation 7,451,700 13.625 +0.063 +0.46%;

(ORCL) Oracle Corporation 5,942,500 74.188 -1.000 -1.33%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 5,911,400 104.625 -0.813 -0.77%;

(DELL) Dell Computer Corporation 5,848,600 43.031 -0.906 -2.06%.