A Piazza affari scampato un caldo agosto, e ora?

4 Settembre 2017, di Simone Rubessi

A Piazza affari scampato  un caldo Agosto,  ed ora?

Il mercato Italiano  come tutti i mercati Europei sta salendo da tempo senza fermarsi  e tutt’ora,  nonostante i volumi siano bassi  e la loro velocità è praticamente azzerata, continua la sua salita.

Volumi bassi e velocità azzerata sono un campanello d’allarme da non sottovalutare che delinea una imminente correzione,  tuttavia  determinare la profondità di tale correzione può non essere cosa così facile  (Nota: quando parlo di volumi bassi mi riferisco allo strumento prezzi per volumi che normalmente utilizzo, non ai singoli Volumi).

Mi aspettavo un ribasso deciso già nella seconda metà di Agosto, più intenso  sui mercati Americani  ormai notevolmente sopravalutati, che tuttavia non si è ancora visto.

Ma vediamo con più precisione la situazione attuale sul future Italiano partendo dall’analisi temporale ciclica sul ciclo Ventennale, che dovrebbe essere composto da due cicli Decennali, ognuno dei quali composto a sua volta da tre cicli Economici.

Quali certezze posso avere che avverrà una conformazione di questo genere su un periodo così lungo?  Nessuna ovviamente,  la borsa fa quello che vuole lei non certo ciò che immaginiamo io.

Allora a cosa serve questa previsione?  Serve  a delineare l’ipotesi più probabile e rendersi conto “immediatamente” se qualcosa dovesse cambiare sul mercato rispetto a quello che mi aspetto, di più non posso pretendere da questo strumento,  ed mio avviso è già “molto” avere un’informazione del genere.

Attualmente ci dovremmo trovare sul massimo del primo ciclo Annuale del secondo ciclo Economico  (il più rialzista del Decennale)  e fino a qui il mercato ha seguito bene la previsione.

Questa tendenza di fondo fortemente rialzista non dovrebbe permettere un  grande ritracciamento sul ciclo Annuale,  se realmente ci troviamo sul primo Annuale del secondo ciclo Economico.

L’ipotesi B di forti ribassi (vedere report precedenti),  prevista dalla possibilità che l’ultimo ciclo  Annuale del Quinquennale in corso  debba ancora da finire,  è quindi esclusa?

Ragazzi in Borsa non si può escludere proprio nulla, sarebbe  un gravissimo errore, ma ora ha una percentuale di probabilità estremamente Bassa.

Passando ad analizzare la previsione ciclico temporale sull’ Annuale Fusion composto da quattro cicli Internestrali,  possiamo renderci facilmente conto come il ciclo è:

  • più lungo del normale
  • molto orienteto al rialzo.

Tuattavia la cosa che saltà maggiormente all’occhio è un disallineamente  tra il fattore tempo del Battleplan e l’indicatore di ciclo.

Si noti come il mercato collima perfettamente con la previsione del Battleplan  sui  minimi dei cicli Intermestrali, ma l’indicatore di ciclo segna i minimi (ove ho posto le freccie Blue)  in posizioni  differenti.

Cosa significa ciò?

Chi ha ragione tra i due strumenti previsionali?

Questa differenza non è cosa da sottovalutare,  il futuro del mercato sarà  infatti decisamente diverso,  nel medio termine,  a seconda di quali minimi ciclici sono quelli corretti.

Vediamone le differenze…

Nel caso in cui siano corretti i minimi dell’indicatore di ciclo Intermestrale dell’immagine precedente, il ciclo in corso dovrebbe essere come quello rappresentato dal suo Battleplan nel grafico , ossia … omissis.

Nel caso in cui invece siano i minimi del Battleplan ad essere corretti, ci troveremmo all’inizio di un nuovo ciclo Intermestrale che potrebbe fare il massimo sul … omissis.

 

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive disponibile fino alla fine dell’ anno, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione, per ulteriori informazioni visitate il link:

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016