Un 2017 sugli scudi per Intesa Sanpaolo Private Banking

28 Marzo 2018, di Alessandro Chiatto

Cresce la raccolta di Intesa Sanpaolo Private Banking. Nel 2017, il gruppo guidato dal dg Saverio Perissinotto (nella foto) ha fatto registrare una raccolta netta totale pari a 6,7 miliardi di euro, di cui 5,4 miliardi provenienti dal settore del risparmio gestito principalmente nel comporto fondi e nel comparto assicurativo, grazie anche all’ampliamento della gamma prodotti e al rafforzamento della collaborazione con Fideuram Vita. Il totale masse gestite ha oltrepassato 101 miliardi (in crescita di 8,4 miliardi da inizio anno) per effetto anche dell’ingresso di nuovi private banker di alto profilo (numero complessivo di pb e agenti 882). Gli asset under management sono al 57,4%, in crescita rispetto al 55,8% del 2016.

L’utile netto consolidato è pari a 259,8 milioni. Si tratta del miglior risultato di sempre per la società (+4% rispetto all’obiettivo e +10% rispetto al 2016), conseguito grazie alla crescita dei ricavi, in particolare quelli ricorrenti (+16% rispetto al 2016) e all’attenta gestione dei costi.