Mutui prima casa: servono quasi 18 anni per ripagare finanziamento

24 aprile 2018, di Mariangela Tessa

Quanti anni di stipendio occorrono agli italiani per restituire alla banca il capitale richiesto per un mutuo prima casa? Secondo un’analisi congiunta di Facile.it e Mutui.it, servono in media 17 anni e 10 mesi. Un dato in crescita rispetto al 2013, quando erano sufficienti 16 anni e 10 mesi.

Brutte notizie? In realtà no, dice la ricerca,

“se si considera che dietro all’aumento degli anni necessari a ripagare il capitale non vi è una riduzione dei redditi medi delle famiglie italiane, bensì un aumento della cifra richiesta agli istituti di credito. Nel 2013 l’importo medio che gli aspiranti mutuatari cercavano di ottenere per acquistare la prima casa era pari a 123.583 euro, mentre nel 2017 la richiesta media è aumentata dell’8% raggiungendo i 133.456 euro”.

Nel 2013 la rata media richiesta era pari a 663 euro, con un impatto del 27% sullo stipendio mensile, mentre nel 2017, nonostante gli importi richiesti alle banche siano aumentati, la rata media è diminuita arrivando a 606 euro, con un impatto del 24% sul reddito mensile medio.

“Se per assurdo fosse possibile destinare alle rate del mutuo il 100% del reddito annuale, alle famiglie italiane basterebbero oggi mediamente 4 anni e mezzo per restituire alla banca la quota capitale presa in prestito al netto degli interessi, mentre nel 2013 servivano 4 anni e 2 mesi”.

A livello territoriale, sono i mutuatari della Campania a dover mettere in conto più tempo per restituire il capitale richiesto: 21 anni, ipotizzando, come detto, che ogni anno confluisca nel mutuo una somma pari al 25% dello stipendio. Seguono in classifica i richiedenti mutuo del Lazio (20 anni e 3 mesi) e della Sicilia (19 anni e 11 mesi).

Le aree in cui i tempi sono più corti, invece, sono Friuli Venezia Giulia (13 anni e 10 mesi), l’Umbria (14 anni e 7 mesi) e l’Emilia Romagna (14 anni e 11 mesi).

Hai dimenticato la password?