WALL STREET: TUTTI I SOLDI VANNO ALLA OLD ECONOMY

16 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Si ripete lo schema di mercoledi’: Nasdaq apre in rally e poi prosegue al ribasso. Dow continua il rally e conferma il quadro di borsa a due velocita’.

Analisti tecnici e operatori rimangono dunque cauti prima di dichiarare il pericolo di correzione passato: il Nasdaq aveva aperto in rally anche mercoledi’ mattina, ma aveva poi perso oltre il 2% intraday.

Tra i fattori che hanno scatenato l’ondata di vendite al Nasdaq giovedi’ sono i titoli Internet, che hanno trascinato il Nasdaq al ribasso dopo che l’influente analista della Merrill Lynch Henry Blodget ha avvertito il mercato di una possibile fase di correzione nel settore.

Le sue parole hanno convinto gli investitori istituzionali a disinvestire parzialmente dall’high-tech e versare invece il denaro nel broad market e nei titoli a reddito fisso.

Ma dopo le vendite massicce di questa mattina il Nasdaq ha cominciato a limare le vendite grazie ai forti guadagni di titoli guida come Intel (INTC).

Risultato: tre ore dopo l’inizio delle contrattazioni il Nasdaq si trova poco sotto la parita’, dopo aver toccato punte di -2,38% durante la mattina, a causa dei pesanti realizzi effettuati dopo i guadagni iniziali.

Il Dow Jones intanto e’ in rialzo di oltre il 4%, mentre gli operatori continuano a trasferire fondi dal settore high-tech al quello del broad market. Durante la mattina il Dow ha superato i 350 punti di rialzo, facendo scattare il blocco automatico degli ordini di vendita computerizzati per limitare l’eccesso di rialzo.

(VEDI CHIUSURE INDICI AZIONARI IN PRIMA PAGINA E QUOTAZIONI INTERATTIVE QUI A FIANCO)

Tra i principali titoli in movimento:

Microsoft Corp. (MSFT) e’ stata in grande rialzo questa mattina nel preborsa dopo l’annuncio della formazione di una nuova venture nel settore immobiliare, HomeAdvisor Technologies, che consentira’ di ridurre il processo di richiesta di un mutuo ad una decina di giorni con un risparmio per la clientela di circa 2000 dollari. Il titolo, a meta’ giornata, e’ di poco in rialzo. (vedi storia WSI)

VA Linux (LNUX) e’ in salita dopo che sia Deutsche Bank Alex. Brown sia Lehman Brothers ne hanno dato valutazioni estremamente positive. Linux ha da poco concluso l’acquisto di True Solutions per 200 milioni di dollari. Il titolo attualment e’ in ribasso di quasi il 2%.

Anche, Intel (INTC) e’ in crescita dopo che Credit Suisse First Boston ha confermato il rating “Strong Buy” ed il prezzo target di $150 per la societa’. La buona valutazione si basa sulla recente acquisizione di Giga per 1,25 miliardi di dollari. Il titolo e’ attualmente in rialzo di poco piu’ del 2%.

Nel settore Internet, Ebay (EBAY) questa mattina e’ in rialzo di quasi il 2% dopo l’annuncio del lancio del servizio eBay Business Exchange per lo l’ingresso nel B2B dedicato alle piccole aziende. CIBC ha riconfermato il rating “Strong Buy” per il titolo che ieri era sceso del 10% a causa delle voci della partnership con Yahoo!.

Nel settore delle biotecnologie, Incyte Pharmaceuticals (INCY) dopo due giornate di grandi ribassi dovuti all’annuncio del Presidente Clinton sulle certificazioni per operare sui geni, e’ tornata in territorio positivo. Ad un certo punto della mattinata il titolo guadagnava quasi il 10% a seguito di una smetita dello staff di Clinton sulle intenzioni del Presidente USA. Attualmente e’ in rialzo di quasi il 5%.

Nel settore dei prodotti al consumo, Procter & Gamble (PG), H.J. Heinz (HNZ), Bestfoods (BFO) e Philip Morris’s (MO) sono oggi sotto gli occhi degli investitori, nell’attesa dell’annuncio dell’alleanza che creera’ un nuovo mercato globale ad ampio raggio. Piu’ di 40 societa’ aderiranno al progetto migliorando di molto l’efficienza e la competitivita’ in un settore dove le societa’ spendono piu’ di 200 miliardi di dollari ogni anno per sviluppare la loro operativita’ a livello mondiale. (vedi storia WSI)

Nel settore finanziario, Citigroup (C), e’ in salita dopo l’incontro tra il CEO e la Goldman Sachs. La banca d’affari da buoni giudizi anche sui futuri utili. Il titolo e’ in rialzo di piu’ del 5%.

Ma ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York York Stock Exchange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CPQ) Compaq Computer Corporation 13,472,100 29.813 -0.188 -0.63%;

(C) Citigroup Inc. 12,999,300 55.125 +2.875 +5.50%;

(BMY) Bristol-Myers Squibb Company 9,099,600 55.313 +4.813 +9.53%;

(PFE) Pfizer Inc 8,860,700 35.875 +0.625 +1.77%;

(WMT) Wal-Mart Stores, Inc. 8,847,400 54.000 +2.500 +4.85%;

(AOL) America Online, Inc. 8,646,900 61.250 unch 0.00%;

(MRK) Merck & Co., Inc. 7,503,100 63.375 +3.563 +5.96%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 7,008,200 20.375 +0.250 +1.24%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 6,824,100 67.750 +0.063 +0.09%;

(BAC) Bank of America Corporation 6,701,700 48.500 +2.625 +5.72%.

Ed ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(ORCL) Oracle Corporation 21,668,300 78.375 -0.250 -0.32%;

(DELL) Dell Computer Corporation 18,921,600 52.125 -1.563 -2.91%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 18,591,400 127.000 -1.625 -1.26%;

(MSFT) Microsoft Corporation 14,866,200 95.375 unch 0.00%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 14,269,400 120.000 +1.250 +1.05%;

(INTC) Intel Corporation 13,340,500 122.813 +2.625 +2.18%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 11,879,200 43.500 -0.063 -0.14%;

(AMGN) Amgen Inc. 9,757,100 64.000 +5.500 +9.40%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 8,356,900 88.875 +0.625 +0.71%;

(AMAT) Applied Materials, Inc. 8,511,400 84.063 -1.531 -1.79%.