WALL STREET: EXXON TRASCINA GIU’ IL DOW JONES

6 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Giornata di passione per il Dow Jones. Dopo il commento negativo di Merrill Lynch su Intel (INTC – Nasdaq), e di Berstein su Jp Morgan (JPM – Nyse) e’ ora la volta di Exxon Mobil (XOM – Nyse).

Il titolo del colosso petrolifero sta infatti registrando una decisa flessione a causa dell’aumento del prezzo del future sul crude oil al New York Mercantile Exchange.

Un report settimanale diffuso dall’American Petroleum Institute ha allentato le preoccupazioni di una riduzione delle scorte di greggio malgrado il blocco iracheno.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Joe Osha, analista di Merrill Lynch, si e’ detto preoccupato sul livello delle scorte di magazzino di Intel (INTC – Nasdaq).

L’analista della prestigiosa banca d’affari e’ convinto che sara’ “difficile” per il primo produttore al mondo di semiconduttori raggiungere le proprie stime di bilancio per il prossimo trimestre, ossia vendite comprese tra $6,2 miliardi e $6,8 miliardi.

“Qualora la societa’ riesca a rispettare le proprie stime – ha scritto Osha in una nota alla clientela – consiglio agli investitori di osservare con attenzione i livelli delle scorte di magazzino a Taiwan e il bilancio di Intel prima di comprare il titolo, sperando nella ripresa del mercato dei PC”.

Al commento di Merrill Lynch si aggiunge anche quello di Charlie Glavin di CS First Boston che ha espresso dubbi sulle performance future della societa’.

Dow Jones sotto pressione oggi anche per il commento negativo di Berstein su Jp Morgan. La banca d’affari ha infatti ridotto le previsoni della concorrente per l’anno in corso.

A muovere i mercati quest’oggi anche Britsol-Myers Squibb (BMY – Nyse) che sembra inoltre la candidata favorita nella corsa all’acquisizione delle attivita’ farmaceutiche di DuPont (DD – Nyse), per le quali il gruppo ha offerto, a detta degli analisti, circa $6-7 miliardi di dollari in contanti.

Sul fronte del Nasdaq, da evidenziare Priceline.com (PCLN – Nasdaq) dopo la notizia che Hutchison Whampoa e Cheung Kong Holdings compreranno circa 25 milioni di azioni della societa’, e Citrix Systems (CTXS – Nasdaq) che ha espresso la convinzione che i risultati del secondo trimestre batteranno le aspettative.

Annunciando l’espansione delle operazioni in Italia e Gran Bretagna, [email protected] (ATHM – Nasdaq) ha inoltre annunciato la prossima chiusura delle operazioni nel settore media in Francia, Germania e Spagna.

Last but not least Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq) che e’ questa mattina il titolo piu’ scambiato a Wall Street dopo che Laura Conigliaro, analista di Goldman Sachs, ha espresso commenti positivi sul colosso informatico americano.

L’analista, riunitasi oggi con il management della societa’, sembra infatti essere convinta che il peggio sia ormai alle spalle per la societa’ anche se e’ ancora troppo presto per dire che il titolo ha gia’ raggiunto il fondo, o ‘bottom’.

Conigliaro ritiene che le attivita’ di Sun Micro si stia stabilizzando, mostrando anche una lieve tendenza al rialzo.