WALL STREET CHIUDE IN ROSSO SU REALIZZI

19 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori hanno preferito fare cassa dopo due giorni consecutivi di forti rialzi. L’indice Dow Jones ha chiuso in ribasso dello 0,82%, il Nasdaq perde il 2,26%.

I risultati trimestrali generalmente positivi non sono bastati a frenare gli ordini di vendita, mentre la deludente performance di Intel (INTC)e IBM (IBM) (vedi storia WSI) ha contribuito in modo determinante al ribasso delle borse.

Anche il dato comunicato stamane sul deficit commerciale Usa in febbraio ha contribuito a congelare ogni ottimismo in apertura.

Il dipartimento del Commercio Usa ha comunicato stamane che il deficit commerciale Usa in febbraio e’ stato di $29,24 miliardi, rispetto alle aspettative di Wall Street di $28,5 miliardi. In gennaio il decifit ammontava a $27,45 miliardi. (vedi storia WSI).

(verifica chiusura indici di borsa in prima pagina)

Sull’indice Dow Jones ha pesato il crollo di Bristol Mayer (BMY), dopo la decisione della Food and Drug Administration (l’organo di controllo dei prodotti alimentari e farmaceutici Usa) di ritirare dal mercato il Vanlev, un nuovo farmaco antipertensivo (vedi storia WSI). Il titolo della societa’ farmaceutica e’ stato sospeso dalle contrattazioni dopo aver ceduto in pochi minuti il 28%.

Nel settore farmaceutico, risultati superiori alle aspettative dei mercati hanno spinto in rialzo Warner Lambert (WLA) e Pfizer (PFE) (vedi storia WSI).

Generalmente debole il settore finanziario, con J.P. Morgan (JPM), American Express (AXP) e Citigroup (C) in lieve ribasso nonostante bilanci in ordine (vedi storia WSI). “E’ un fatto che non si puo’ spiegare guardando ai fondamentali – ha dichiarato Barry Hyman, responsabile delle strategie di investimento presso Ehrenkrantz King Nussbaum – probabilmente gli investitori stanno guardando verso settori a crescita piu’ rapida” .

In crescita il settore dei trasporti dopo i buoni risultati dei principali vettori aerei americani. Nonostante il “caro -petrolio” abbia pesato sui bilanci delle compagnie, l’aumento dei passeggeri ha consentito di presentare agli investitori bilanci in ordine.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(BMY) Bristol-Myers Squibb Company 43,607,100 47.000 -18.125 -27.83%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 30,546,200 62.750 +3.500 +5.91%;

(AOL) America Online, Inc. 25,920,900 62.000 +1.250 +2.06%;

(PFE) Pfizer Inc 20,059,100 42.125 +2.563 +6.48%;

(C) Citigroup Inc. 17,894,700 59.813 -2.313 -3.72%;

(IBM) International Business Machines Corporation 14,451,100 104.375 -7.125 -6.39%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 12,962,900 27.625 -0.250 -0.90%;

(NOK) Nokia Corporation 10,918,500 49.625 -1.750 -3.41%;

(T) AT&T Corp. 9,966,900 50.938 +0.250 +0.49%;

(PHA) Pharmacia Corporation 9,603,900 57.500 +4.438 +8.36%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 51,670,700 66.125 -3.125 -4.51%;

(INTC) Intel Corporation 43,550,100 119.063 -9.938 -7.70%;

(TRAC) Track Data Corporation 42,477,300 2.469 +0.438 +21.54%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 29,845,400 114.750 +2.563 +2.28%;

(MSFT) Microsoft Corporation 26,727,900 78.688 -1.875 -2.33%;

(ORCL) Oracle Corporation 22,989,600 74.563 -4.375 -5.54%;

(GBLX) Global Crossing Ltd. 22,435,700 29.875 -0.125 -0.42%;

(BVSN) BroadVision, Inc. 18,546,600 36.125 -1.875 -4.93%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 18,898,500 88.750 -3.313 -3.60%;

(DELL) Dell Computer Corporation 18,875,500 49.563 -0.938 -1.86%.