UTILI GENERAL MOTORS IN CALO DEL 74%

17 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

La casa automobilistica General Motors Corp. (GM – Nyse), una delle trenta blue chip del Dow Jones, ha registrato per il secondo trimestre dell’anno un calo degli utili del 74% a causa della diminuzione delle vendite negli USA e delle perdite avute nelle operazioni all’estero.

La societa’ ha chiuso il trimestre con un utile netto di $477 milioni, pari a $1,03 per azione, contro $1,88 miliardi, o $2,93 per azione dello stesso periodo del 2000. Il risultato include un onere straordinario di $133 milioni, o 23 centesimi per azione.

Escluso l’onere straordinario, l’utile pro-forma e’ stato di $610 milioni, pari a $1,26 per azione. Gli analisti di Wall Street si attendevano un utile pro-forma di $1,14 per azione (consensus First Call/Thomson Financial).

Il fatturato e’ stato di 46,1 miliardi, in calo del 5,3% rispetto ai $48,7 miliardi dell’anno scorso.

Verificate le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale nella sezione BOOK USA

che trovate sul menu in cima alla pagina.