USA: VENDITE AL DETTAGLIO FEBBRAIO A +1,1%

14 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la “pausa” di gennaio (+0,4% m/m) le vendite hanno evidenziato un’ulteriore accelerazione in febbraio, quando i consumatori americani hanno cominciato a pagare prezzi piu’ salati alle pompe di benzina.

Il prezzo della benzina nelle ultime due settimane ha infatti raggiunto il livello record di $2 a gallone, un sacrilegio per gli americani abituati a guidare la macchina anche di un solo isolato.

Il Dipartimento al Commercio Usa ha comunicato questa mattina che la vedite al dettaglio negli Stati Uniti sono salite dell’1,1% in febbraio. Escludendo la componente volatile delle auto, il dato e’ cresciuto dell’1%.

Gli economisti Usa si aspettavano un dato generale pari all’1,1% e un dato epurato della componente auto al +0,7%. In generale i numeri sono in linea con le aspettative e dovrebbero contribuire a un clima piu’ disteso nella sessione borsistica di oggi.

Il dato avrà un impatto diretto sulle previsioni di crescita del Pil nel primo trimesre del 2000, ma non modifica l’attesa di un rialzo di 25 punti base alla prossima riunione del Federal Open Market Committee (il braccio di politica monetaria della Federal Reserve) del 21 marzo.