TORNANO DI MODA I PICCOLI HEDGE FUND

12 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori stanno prendendo controllo del proprio portafoglio e si lanciano nel misterioso settore degli hedge fund, alcuni trasformandosi in gestori.

Non e’ la prima volta nella storia che questi strumenti d’investimento allettano il pubblico, ma dopo la crisi del mercato russo e asiatico del 1998 che ha portato il crollo di Long-Term Capital Management e il conseguente intervento di riscatto della Federal Reserve, gli hedge fund e i loro gestori hanno mantenuto un basso profilo.

Ora e’ un industria valutata in $200-$300 miliardi e registra annualmente una crescita del 20%.

Gli oltre 5 mila fondi privati che gestiscono da meno di $1 milione ai $9 miliardi del Quantum fund di George Soros, utilizzano varie strategie d’investimento, tra cui l”hedging’-la copertura contro il calo del mercato-, i derivativi, l’arbitraggio – la compravendita su mercati diversi per approfittare delle differenze di prezzo – e il ‘leverage’- l’acquisto attraverso l’indebitamento.

Nonostante i rischi spesso legati a questo tipo di investimenti, pero’, gli hedge fund sono scarsamente regolati e per iniziarne uno e’ solo necessaria la costituzione di una societa’ a responsabilita’ limitata (con meno di 100 partner) e una somma compresa tra $50 mila e $100 mila, anche se tale ammontare e’ di solito anticipato dal ‘prime broker’, la societa’ di brokeraggio che per una commissione provvede alla custodia del fondo e si occupa anche di parte delle trattazioni.

Per mantenere il suo stato privato il fondo non puo’ fare pubblicita’ o sollecitare investimenti, pertanto il modo per trovare investitori e’ l’utilizzo di un intermediario che possa garantire l’afflusso di fondi attraverso la buona reputazione e i risultati raggiunti.

E’ certamente piu’ semplice attrarre investitori per un fondo che gestisce un patrimonio consistente, ma gli operatori del settore mettono in guardia contro il facile sistema di raccogliere fondi iniziali attraverso parenti e amici, perche’ nel lungo termine non e’ remunerativo.

Dei 99 partner di un hedge fund, 35 possono essere non accreditati, non avere un limite minimo di investimento e di solito sono riservati ai familiari, mentre i rimanenti devono essere investitori individuali con un patrimonio netto di almeno $1 milione o un salario annuo di $200-$300 mila.

I veterani dell’industria suggeriscono di porsi l’obiettivo di $5 milioni di patrimonio entro i primi 2-3 anni, altrimenti di non intentare l’impresa. Il proposito e’ infatti quello di ottenere un ritorno nell’ordine del 20%.