SEAT-TIN.IT: I PARTICOLARI DELL’INTESA

16 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Può partire il progetto di Seat-Tin.it. Il Cda della Telecom Italia ha deliberato ieri sera l’integrazione tra il suo internet provider e la società delle Pagine Gialle.

L’operazione è stata allargata anche ad altre società come Viasat e Saritel, ma saranno la Tim e la Seat a procedere in una joint venture paritetica nel settore del commercio elettronico.

Prima dell’integrazione vera e propria Tin.it sarà trasformata in Spa, scissa e poi fusa per incorporazione in Seat. Telecom in conclusione avrà il 64% del capitale della nuova creatura.

L’operazione è articolata principalmente nel trasferimento delle attività di Tin.it in Tin.it Spa.

Questo per assicurare un privilegio agli azionisti ordinari e di risparmio Telecom, come promesso dai vertici del colosso delle telecomunicazioni.

Inoltre il piano prevede che una quota dell’8% di Tin.it sarà scissa in Seat, che aumenterà il proprio capitale con nuove azioni ordinarie destinate ai soci ordinari e di risparmio Telecom.

Quindi si procederà alla fusione per incorporazione di Tin.it Spa in Seat, che aumenterà il proprio capitale emettendo azini a favore di Telecom Italia.

L’operazione dovrebbe concludersi entro l’estate e sia la scissione e sia la fusione avverranno sulla base di un concambio di uno a uno.