Prestiti ad aziende e famiglie in calo, boom +50% domande mutui

9 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Nel mese di febbraio i prestiti al settore privato sono nuovamente scesi. E’ quanto ha comunicato Bankitalia nel rapporto “Principali voci dei bilanci bancari”: la flessione è stata -2%; in particolare, i prestiti alle imprese sono calati del 3% dopo il -2,7% di gennaio, mentre quelli alle famiglie hanno fatto -0,4% dopo il -0,5% di gennaio.

Da segnalare anche i dati che sono emersi dal Barometro Crif, che hanno messo in evidenza come il mese di marzo sia stato da record per la richiesta di mutui per la casa.

La domanda di mutui, su base annua, è balzata infatti +49,4%. Crescita solida anche nei primi tre mesi dell’anno (+37,5%), mentre sono scesi l’importo medio erogato dalle banche e la durata dei finanziamenti.

Tornando al rapporto di Bankitalia, a febbraio le sofferenze bancarie hanno registrato un tasso di crescita su base annua -senza correzione per le cartolarizzazioni ma tenendo conto delle discontinuità statistiche – del 15,3%, rispetto al 15,4% di gennaio.

I depositi del settore privato sono cresciuti inoltre del 4,3% su base annua, rallentando il passo rispetto al 5% di gennaio.