Opec+, annunciati tagli record alla produzione di petrolio

5 Ottobre 2022, di Luca Losito

L’Opec+ ha concordato i tagli più profondi alla produzione di petrolio dalla pandemia di Covid-19 nella riunione tenutasi oggi a Vienna, frenando l’offerta in un mercato già ristretto, nonostante le pressioni degli Stati Uniti e di altri paesi di produrre più petrolio.

Il taglio potrebbe stimolare una ripresa dei prezzi del petrolio che sono scesi a circa 90 dai 120 dollari di tre mesi fa a causa dei timori di una recessione economica globale, dell’aumento dei tassi di interesse statunitensi e di un dollaro più forte.

“L’aumento dei prezzi del petrolio, se guidato da notevoli tagli alla produzione, potrebbe irritare l’amministrazione Biden prima delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti”, hanno affermato in una nota gli analisti di Citi. “Potrebbero esserci ulteriori reazioni politiche da parte degli Stati Uniti, inclusi ulteriori rilasci di azioni strategiche”, ha affermato Citi, riferendosi a un disegno di legge antitrust statunitense contro l’OPEC.