PIAZZA AFFARI: VENDITE IN MASSA

30 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alle 13 ora italiana la Borsa conferma l’andamento pesante che si riscontra in tutta Europa fin dall’apertura.

Complici la chiusura negativa del Nasdaq, le nuove affermazioni di analisti finanziari americani, e il disimpegno dall’Europa del Fondo Usa Tiger, che chiude, il listino perde dunque il 2,27% e si trova in questa fase a 31.863 punti. In tutto il continente, altrettanto pesanti sono Fracoforte e Stoccolma.

Insomma, vendite in massa a Milano, a danno soprattutto dei titoli legati a Internet, che poi si portano appresso i telefonici, i media, gli editoriali e così via.

Poche le eccezioni. Per e.Biscom andamento altalenante ma comunque molto positivo. Il titolo che oggi ha iniziato le contrattazioni viene scambiato a 238 euro (un euro vale 1936,27 lire) da un prezzo di collocamento di 160.