PIAZZA AFFARI: RAFFICA DI SOSPENSIONI

11 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari scivola lungo una brutta china, e dopo aver toccato, con il Mibtel, un -2,12%, ora recupera leggermente pur rimanendo intorno a -1,80%.

La New Economy si sta in pratica svendendo, e sono pochi i titoli che cercano di arginare la disfatta.

Tra i migliori abbiamo Necchi, Toro, reno De Medici; buoni spunti dalle banche, con Banca di Roma che cresce dello 0,44%; Banca Intesa con +1,11%; Comit +0,25%; Enel +0,5%; Eni (+0,1%).

Fiat cedenti di pochissimo, -0,11%. Ben peggiori sono i ribassi dei titoli al centro delle vendite: Bipop-Carire -6,09%; Mediaset -4,28%; Olivetti -4,9%; Seat PG -4,83%, Tecnost -4,97% e Tim -4,01%. Sospese le Buffetti in calo del 6,38%.

Ma è soprattutto sul Nuovo Mercato che si moltiplicano le sospensioni per eccesso di ribasso: bloccate dunque Finmatica, Opengate, Poligrafica San Faustino, Tiscali, Tecnodiffusione, Prima Industria e Cdb Web Tech.