PIAZZA AFFARI: LEGGERO RIALZO GRAZIE AI TELEFONICI

13 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Giornata nervosa e all’insegna della volatilità quella che si è appena conclusa a Piazza affari.

Legata a filo doppio con gli umori del Nasdaq il listino è stato in continua altalena nelle due ore finali. Poi, in chiusura, gli acquisti sui telefonici, dato in comune con il resto d’Europa, e il nuovo rialzo del Nasdaq hanno fatto chiudere il Mibtel a +0,18% a 30.894 punti.

Una seduta in cui anche la old economy ha fatto la sua parte con le Eni a +2,96% e le Fiat a +2,23%.

Bene, tranne le Tim a -3,74%, le azioni di Colaninno: Tecnost regina del Mib 30 si ferma a +3,86%, Telecom a +2,74% e Seat Pg a +2,73%.

Nel Nuovo Mercato è volato il titolo Tecnodiffusione dopo l’annuncio di aver incrementato di quasi il 200% il fatturato ei primi due mesi dell’anno. Il titolo chiude a +14,58%, seguito dalle E.Biscom a +3,77%.

Denaro anche per Gandalf e Opengate sopra il 2%. Invariato Tiscali mentre cede Cdb Web a -2,89%.

Nel Midex, unico indice negativo, (-0,04%) cade pesantemente il titolo Buffetti a -7,69% e Class Editori a -4,08%. In rialzo l’Espresso a +1,38%.