PIAZZA AFFARI: IL MIBTEL A +2,30%

24 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari continua correre a un’ora dalla chiusura delle contrattazioni guadagna il 2,30%. Il Mib30 (l’indice rappresentativo dei trenta titoli più importanti per negoziazione e capitalizzazione) segna un +2,60%.

Prosegue il rialzo della scuderia di Colaninno & Company. Telecom, Tim e Olivetti si muovono in territorio positivo. Un vero e proprio boom quello di Tecnost, che sale di oltre il sette per cento.

Spunti positivi anche nel settore dei bancari: Bipop Carire cresce del 2,25 per cento. Fideuram sale del 2,12 per cento mentre Bnl guadagna oltre 5 punti in percentuale. In questultimo caso il titolo è sostenuto dallannuncio di un futuro dividendo e dai piani di sviluppo della banca su Internet.

Tra le municipalizzae, rialza la testa Aem. Dopo gli ultimi giorni di ribasso, il titolo oggi guadagna oltre il 4 per cento. Le azioni della società romana crescono grazie allaccordo dei giorni scorsi tra Aem e Acea, che rafforza la posizione delle due municipalizzate anche in previsione della vendita delle centrali Enel.

L’Espresso guida la carica degli editoriali. Le azioni del gruppo, dopo essere state sospese per eccesso di rialzo, guadagnano attualmente il 9,24 per cento. Il titolo, evidentemente, continua ad essere sostenuto dalle notizie sulla sua espansione nel business di Internet: ieri Kataweb Internet company del gruppo Editoriale – ha acquisito l’80% di Cellularmania.com. Una società specializzata in telefonia mobile e in comunicazione Wireless.

Bene anche Mondadori: con l’impresa americana Rodale ha costituito una nuova società, che pubblicherà riviste e prodotti multimediali nel settore fitness e salute. Il titolo sale del 5,9 per cento.

Continua il crollo, invece, di Cdb Web tech. Il titolo della società nata dallo spin off di Aedes, sotto i colpi delle vendite speculative, perde oltre 8 punti in percentuale.

Salgono, al contrario Tiscali a + 3,85%, Poligrafica San Faustino + 0,56% e Opengate +2,68%.