PIAZZA AFFARI: DATI USA APPESANTISCONO IL MIBTEL

27 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari, così come tutti i mercati borsistici europei, ha accusato un netto ribasso dopo la diffusione dei dati Usa sull’andamento del Pil trimestrale e sul costo del lavoro.

Il Mibtel segna un ribasso dell’1,02%, mentre l’arretramento del Mib 30 è ancora più consistente a -1,26%. L’attesa per l’apertura della Borsa americana viene vissuta adesso con una certa apprensione, dopo che le piazze europee hanno dovuto smaltire anche il rialzo dei tassi d’interesse da parte della Bce (Banca centrale europea).

A Milano intanto denaro sui bancari legati a Mediobanca (+2,14%), come Unicredito (+1,15%) e Banca di Roma (+0,52%) che in questi giorni pare si stiano confrontando per il futuro dell’istituto di Via Filodrammatici.

Venduti i telefonici con Tecnost pesante che cede il 3,49%, Olivetti il 3,03%, Telecom il 2,34% e le Tim lo 0,37%.