PIAZZA AFFARI: CHIUSURA POSITIVA, MIBTEL A +0,80%

18 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

La seduta di Piazza Affari si è chiusa in rialzo, con il Mibtel che segna un progresso dello 0,8% a 29.834 punti. Il Mib30 è cresciuto dello 0,99% a 43.927 punti.

I dati principali di questa seduta sono, secondo gli analisti, la volatilità e il basso volume di scambi, dettati dalla paura che la tempesta non sia ancora del tutto finita.

Così gli investitori si sono affidati principalmente ai titoli della Old Economy, anche se il Nuovo Mercato ha comunque chiuso con l’indice a +2,9%, in linea con i risultati europei.

Nel Mib 30 notevole il salto delle Tecnost che chiudono a +4,4% e quello delle Olivetti fermate a +3,72%. Degli altri telefonici, in positivo le Telecom a +0,74%, mentre cedono lo 0,79% le Tim.

Bene i bancari con il denaro che è andato a Banca di Roma (+3,23%) e alle Mediolanum a +3,59%. Tra gli assicurativi degno di nota la performance delle Ras Frazionarie a +4,16%.

Acquisti anche su Eni a +3,23%, Fiat a +1,64% e Aem a +1,77%.

Nel Midex contrastati gli editoriali con Class che recupera il 3,44%, mentre L’Espresso arretra del 4,5%.

Liquidità in finale per la Parmalat di Calisto Tanzi che, grazie ai buoni risultati del ’99 diffusi oggi, prende il 4,02%.

Nel Nuovo Mercato pesanti le Gandalf che perdono il 3,87% e anche le Cdb Web arretrano dell’1,68%. Acquistate invece per le E.Biscom che chiudono con un progresso del 4,68% a 219 euro.

Bene anche le Tiscali a +2,83% e le Poligrafico San Faustino a +2,23%.