PIAZZA AFFARI ACCELERA DIETRO AL NASDAQ

25 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici milanesi sono rimasti fermi all’apertura dei mercati Usa, ma appena i tecnologici americani hanno iniziato a correre, il Mibtel si è portato a +2,10% e il Mib 30 sotto i massimi di giornata a +2,42%.

Tra le Blue Chip balza intesta il titolo della municipalizzata milanese Aem (+6,01%) che continua la sua rivalutazione iniziata nei giorni scorsi.

Denaro anche per le Seat (5,9%), sugli scudi da tutta la giornata, quando ormai è agli sgoccioli l’Opa (Offerta pubblica d’acquisto ) della Telecom. Proprio quest’ultimo è il più tonico dei telefonici con un rialzo del 5,25%, seguito dalle Tim a a +3,09%. Debole Tecnost (+0,35%) e in rosso le Olivetti (+1,11%). Sabato, nell’ambito della fusione delle due holding di Colaninno, sarà reso noto il concambio dei due titoli.

Liquidità anche per il settore bancario in crescita con Mps a +3,91%, e Intesa a +3,85%.

Tra gli industriali rialzo per le Pirelli dell’1,93%, mentre le Fiat crescono dello 0,52%.

Sempre forti alcuni titoli del Nuovo Mercato, dove però gli investitori stanno facendo selezione. Oltre alle I.Net sono passate in negativo anche le Opengate e le Freedomland. I ribassi sono tutti nell’ordine del 5%.