OLIVETTI E TECNOST: ANCORA VOCI DI RIASSETTO

13 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Olivetti e Tecnost in fibrillazione stamane in borsa perchè si torna a parlare di un possibile riassetto nell’ambito del gruppo.

Le voci riguardano una possibile fusione alla pari tra le due holding.
Un’ipotesi che già era affiorata in passato,sarebbe avvalorata dalle indicazioni emerse dopo l’annuncio che il nuovo patto di sindacato Bell è salito al 24,5% di Olivetti.

Questa quota, sommata a quelle di Intesa, Generali e Schroders, porta a un 34% totale che renderebbe accettabile la diluizione conseguente alla fusione.

Altre voci parlano di una possibile scalata di Deutsche Telekom su Olivetti dopo il fallimento delle trattative con Qwest, l’interesse dei tedeschi potrebbe tornare a concentrarsi sul
gruppo italiano, riproponendo l’ipotesi di aggregazione dei tempi dell’opa di Colaninno su Telecom.

Da Olivetti per il momento non è stato possibile ottenere commenti.Alle 10,30 il titolo guadagna oltre il sei pct a 4,86 euro dopo un nuovo record a 4,97. Tecnost +5% a 4,82 dopo una breve puntata oltre quota 5 (massimo storico 5,8773 il 12 maggio 99).