Ristori Quater, 8 miliardi per aiutare lavoratori e imprese

30 Novembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

“Il decreto Ristori Quater approvato in Cdm, ci permette di intervenire in maniera diretta per sostenere ancora una volta le aziende e alcune categorie di lavoratori in difficoltà. Con gli 8 miliardi di euro complessivi stanziati, siamo riusciti ad assicurare l’indennità da 1000 euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e 800 euro per i lavoratori dello sport. Inoltre, è prevista la sospensione dei versamenti contributivi di dicembre per le piccole e medie imprese che abbiano subito un calo del fatturato a novembre rispetto allo stesso mese del 2019 e alle imprese che siano state costrette a chiudere o a limitare l’attività perché in zona rossa o arancione”. Così in una nota i deputati del Movimento 5 Stelle nelle commissioni Lavoro e Attività Produttive alla Camera.

“Con questo decreto, che si aggiunge ai tre precedenti, portiamo a 16 miliardi lo sforzo che il governo sta facendo per tutelare il nostro tessuto produttivo e sociale. Grazie allo scostamento di bilancio, siamo riusciti anche ad ampliare la platea dei beneficiari dei contributi a Fondo perduto, inserendo anche diverse categorie di agenti e rappresentanti di commercio”, continuano.

“Oltre alla sospensione dei contributi, spostiamo al 30 aprile 2021 i versamenti del secondo acconto dell’Irpef, dell’Ires e dell’Irap alle Partite Iva e alle imprese con ricavi fino a 50 milioni di euro che abbiano visto calare il loro fatturato del 33% rispetto ai primi 6 mesi del 2019. La misura sarà valida anche per i settori economici che avevamo già individuato nel decreto Ristori Bis e ai gestori di ristoranti in zona arancione.
Con ulteriori 350 milioni di euro per il 2020, assicuriamo ristori anche al settore delle fiere e dei congressi. Una serie di interventi per assicurare supporto alle categorie messe a dura prova dalla crisi generata dalla pandemia”, concludono.