Mercato dollarocentrico in attesa della Fed

30 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

Di Davide Marone, analista valutario DailyFX (FXCM)

“Alla vigilia delle attesissime decisioni della Fed in materia di politica monetaria – le cui comunicazioni su tassi di interesse giungeranno domani alle 20 ore italiane seguite poi dalla Press Conference del Governatore Yellen – il protagonista degli ultimi due giorni di mercato è stato senz’altro il dollaro americano. Il biglietto verde infatti è tornato a rappresentare in maniera univoca il ruolo di destinatario di flussi di capitale contro tutte le altre valute ripristinando dunque la matrice dollaro-centrica del mercato che ben si è articolata da metà del 2014 fino al primo trimestre del 2015.

Ieri il greenback si è rafforzato senza però superare le resistenze di rilievo ben sopra i 12mila punti (FXCM Dollar Index), per poi essere copiosamente venduto durante la sessione americana di oggi in concomitanza con la pubblicazione dell’Inflazione Usa che ha confermato le aspettative su base mensile al +0,1% ma facendo registrare un leggero calo in riferimento al consensus per quanto concerne la release annuale dal +1,9% al +1,8%.

Il cambio principe Eurodollaro così, dopo le discese sui supporti daily a 1,1215, è ampiamente risalito verso 1,13 con allunghi plausibili ora in area 1,1330. Ben più attendiste le Borse alla luce degli scenari piuttosto incerti che potrebbero delinearsi domani, con movimenti erratici che potrebbero accompagnare i prezzi fino in serata complici anche i rollover di contratti di opzioni e future”.