Elezioni Usa: causa da 1,6 mld per Fox News, che aveva sostenuto la tesi dei brogli

26 Marzo 2021, di Alberto Battaglia

Dominion, la società che sta dietro alle macchine per il conteggio dei voti nelle elezioni americane, ha lanciato una causa legale da 1,6 miliardi di dollari per diffamazione ai danni di Fox News. Vari anchormen dell’emittente televisiva vicina ai repubblicani avevano appoggiato gli attacchi del presidente Trump sui presunti brogli che avrebbero falsato il conteggio dei voti. Dominion sostiene che Maria Bartiromo, Tucker Carlson, Lou Dobbs, Sean Hannity, Jeanine Pirro e vari loro ospiti abbiano pronunciato “falsità diffamanti” sulla società.