Clarida (Fed): calo disoccupazione non giustificherà, da solo, rialzi dei tassi

31 Agosto 2020, di Alberto Battaglia

Il vicepresidente della Federal Reserve, Richard Clarida, ha chiarito ulteriormente come cambieranno i parametri di valutazione del Fomc nelle future decisioni di politica monetaria.

“Il nostro giudizio è che un basso tasso di disoccupazione di per sé, in assenza di prove che l’inflazione dei prezzi sia in corso o che essa si possa trovare persistentemente al di sopra dei livelli coerenti con il mandato, oppure che vi siano pressanti preoccupazioni per la stabilità finanziaria, non sarà, nel nostro nuovo quadro, un trigger sufficiente per l’azione politica“, ha detto Clarida in un discorso preparato per la Peterson Institute for International Economics.

In precedenza era stato chiarito che un’inflazione al di sopra del 2% sarebbe stata tollerata per “qualche tempo” senza che questo implichi misure restrittive di politica monetaria.