NASDAQ VOLA SU PROFITTI, DOW JONES ARRETRA

27 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

La seduta si e’ chiusa a doppia velocita’ con il Nasdaq sostenuto dai profitti aziendali dell’high-tech e l’ingresso in borsa di At&t Wireless, il piu’ grande collocamento mai avvenuto sui mercati americani.(vedi storia WSI)

Dow Jones, dopo un’escursione in territorio negativo superiore ai 100 punti, e’ riuscito a dimezzare le perdite in conclusione di giornata. L’indice delle Blue Chip ha scontato il ritorno dell’inflazione all’orizzonte dell’economia americana.

(VERIFICARE CHIUSURE INDICI IN PRIMA PAGINA)

Il settore tecnologico in media ha registrato una crescita del 32% nel primo trimestre, contro una stima del 27%, ed e’ tornato nelle grazie degli investitori che hanno potuto fare acquisti di qualita’ in una fase in cui i prezzi si sono notevolmente raffreddati.

At&t Wireless e’ stato il titolo piu’ scambiato, ma il rialzo e’ stato solo dell’8% rispetto al collocamento. Fra i trader c’e’ chi parla apertamente di fiasco e chi di un’inversione di tendenza nel mercato degli Ipo: in futuro i facili guadagni immediati potrebbero essere sostituiti da solide prospettive di crescita sul lungo termine.

Il settore finanziario e quello dei ciclici sono stati particolarmente penalizzati dai dati economici diffusi in mattinata.

Il Dipartimento del Lavoro Usa ha comunicato oggi che l’indice del costo del lavoro (employment cost index) e’ cresciuto nel primo trimestre dell’1,4%, rispetto all’1% registrato nel quarto trimestre del 1999. Wall Street si aspettava una diminuzione allo 0,9%. (vedi storia WS).

La notizia ha rafforzato il timore di investitori e traders che la stretta monetaria da parte della Federal Reserve attesa per il prossimo 16 maggio potrebbe essere piu’ forte del previsto.

Tra i maggiori titoli in movimento quest’oggi alla borsa di New York:

Nel settore wireless, AT&T Wireless Group (AWE), la piu’ grande IPO della storia Usa, ha iniziato questa mattina le contrattazioni sul New York Stock Exchange aprendo in leggero rialzo rispetto al prezzo di collocamento di $29,5 per azione. A fine seduta, il titolo (T) perdeva piu’ del 5,5%, mentre (AWE) guadagna il 7,5%.(vedi storia WSI)

Sempre nel settore delle telecomunicazioni, MCI WorldCom (WCOM), la seconda societa’ di telefonia extra urbana, ha annunciato questa mattina profitti in crescita dell’80%, appena sopra le aspettative degli analisti di Wall Street. Il titolo ha registrato un rialzo del 10%.(vedi storia WSI)

Nel settore del commercio online, Amazon.com (AMZN) a fine giornata ha invertito tendenza con un rialzo dell’1%. La libreria virtuale ha annunciato una perdita inferiore al previsto, di 122 milioni di dollari, cioe’ 35 centesimi ad azione (il triplo rispetto ai 12 centesimi dello stesso periodo dell’anno scorso).(vedi storia WSI)

Nel settore biotecnologico, Celera Genomics (CRA) ha registrato un ribasso del 4%. La societa’, la societa’ che ha quasi completato la mappa genetica umana, ha riportato per il terzo trimestre una perdita di 24,1 milioni di dollari, pari a 45 centesimi ad azione contro i 25 centesimi dell’anno scorso. Il fatturato e’ invece aumentato da 1,8 a 11,1 milioni di dollari. (vedi storia WSI)

Nel settore dei telefoni cellulari, la finlandese Nokia (NOK) ha annunciato per il primo trimestre un fatturato di 891 milioni di euro, in rialzo del 76% rispetto all’anno scorso. Il titolo ha registrato un rialzo del 8,5%.(vedi storia WSI)

Nel settore informatico, BroadVision (BVSN) e’ cresciuto del 23%. La societa’ ha riportato per il primo trimestre 2000 profitti di 4 cenetesimi per azione, superiori alle aspettative di un centesimo.

Nel settore assicurativo, Aetna (AET), il primo gruppo Usa nel settore delle assicurazioni sanitarie private, ha chiuso il primo trimestre dell’anno con utili piatti. Nonostante una crescita del 39% del fatturato, a quota 7,89 miliardi di dollari, i profitti netti sono rimasti pressoche’ invariati a quota 169,4 milioni di dollari, pari a 1,19 dollari per azione. Il titolo ha guadagnato piu’ del 6%.(vedi storia WSI)

Nel settore farmaceutico, Bristol-Myers Squibb (BMY) ha guadagnato il 2% dopo che Deutsche Banc Alex Brown ha aumentato il rating della societa’ a “Strong Buy”. L’upgrading arriva grazie alle aspettative sul lancio del nuovo prodotto Vanlev che dovrebbe avvenire entro la fine del prossimo anno, molto prima di quanto annunciato in precedenza.

Nel settore Internet, il titolo VerticalNet (VERT) ha registrato una forte crescita e a fine seduta ha segnato un rialzo del 9%. La societa’ di software per il Web ha annunciato questa mattina un guadagno di 80 milioni di dollari derivante dai recenti investimenti e introiti in crescita del 1319% a quota 27,5 milioni di dollari.

Sempre nel settore dei titoli Internet, MicroStrategy (MSTR) ha perso quasi il 18% dopo che la societa’ di software per il Web ha annunciato una perdita di 42 centesimi per azione, 28 centesimi superiore alle aspettative di Wall Street. Lo scorso mese il titolo era precipitato perdendo il 62% a causa di problemi legati al sistema di contabilita’, mentre il 10 marzo scorso iul titolo aveva sfiorato i 303 dollari – oggi e’ a quota 24 dollari.

In altri settori, Merrill Lynch ha iniziato la copertura di FreeMarkets (FMKT) con un rating “Accumulate” sul breve periodo e “Buy” nel medio periodo. Il titolo, in forte rialzo fin dal preborsa, ha guadagnato oggi il 5,5%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(AWE) AT&T Wireless Group 129,761,200 31.938 +2.438 +8.26%;

(T) AT&T Corp. 26,403,100 48.188 -2.813 -5.51%;

(NOK) Nokia Corporation 23,303,500 56.313 +4.438 +8.55%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 16,939,700 29.563 +0.313 +1.07%;

(AOL) America Online, Inc. 12,157,500 59.813 -0.188 -0.31%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 11,444,800 22.063 -0.250 -1.12%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 11,469,800 64.063 -0.188 -0.29%;

(BMY) Bristol-Myers Squibb Company 10,795,300 52.625 +1.063 +2.06%;

(PFE) Pfizer Inc 9,396,200 43.563 +0.063 +0.14%;

(VOD) Vodafone AirTouch Plc 8,533,600 45.563 +1.313 +2.97%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 47,088,500 68.688 +1.938 +2.90%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 40,036,000 44.688 +3.813 +9.33%;

(MSFT) Microsoft Corporation 33,394,500 69.688 +1.688 +2.48%;

(INTC) Intel Corporation 27,868,000 125.875 +5.063 +4.19%;

(ORCL) Oracle Corporation 24,368,900 76.969 +4.781 +6.62%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 21,664,800 97.375 +5.375 +5.84%;

(BVSN) BroadVision, Inc. 20,494,500 39.563 +7.188 +22.20%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 18,625,100 101.563 +4.313 +4.43%;

(DELL) Dell Computer Corporation 18,596,600 51.750 +1.750 +3.50%;

(AMAT) Applied Materials, Inc. 15,978,600 100.813 +10.375 +11.47%.