NASDAQ TRAVOLTO DALLA VOLATILITA’, DOW POSITIVO

11 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Volatilita’ altissima sul tabellone elettronico del Nasdaq che, dopo aver compensato gran parte delle perdite della mattina a meta’ seduta, e’ arrivato in chiusura con una cessione vicina al 3%.

Le forti oscillazioni sono attribuite al nervosismo degli investitori nei confronti del settore tecnologico. L’impulso e’ vendere, ma i prezzi bassi richiamano le operazioni speculative, che a loro volta aumentano la confusione generale.

Il Dow Jones ha chiuso un’altra tranquilla seduta di guadagni con un rialzo attorno al punto percentuale, sostenuto dal ritrovato amore degli investitori per i titoli di qualita’.

I mercati non tollerano incertezze e Wall Street ha accolto malissimo le anticipazioni di Motorola sui conti del secondo trimestre.

Il gigante dei microprocessori e della telefonia cellulare, dopo aver chiuso brillantemente il primo trimestre dell’anno, ha annunciato che nel secondo gli utili non raggiungeranno l’obiettivo di 70 centesimi per azione.

Il titolo Motorola (MOT) ha bruciato il 17% del valore, precipitando a quota 125 dollari, con pesanti ripercussioni nel settore tecnologico e quello della telefonia.

“Motorola e’ una vecchia buona Blue Chip – e’ il commento a caldo di Michael Farr, direttore generale di Farr, Miller & Washington – in questo momento e’ stata accomunata per sbaglio al calderone della nuova economia”.

“C’e’ ancora una discrepanza tra il valore di molte societa’ high-tech e il prezzo delle azioni – spiega Hugh Johnson, capo delle strategie d’investimento presso First Albany – Colmarla sara’ un processo lungo e doloroso. In ogni caso il Nasdq continuera’ a scendere e il Dow a salire sino a quando non si sara’ ritrovato un punto di equilibrio tra quotazione e performance aziendali”.

(verificare aggiornamenti INDICI Dow Jones, Nasdaq, S&P 500, Russell 2000 e Wilshire 5000 IN TEMPO REALE in prima pagina).

I principali titoli in movimento oggi nella borsa di New York.

Nel settore medico-sanitario, Healtheon Web/MD (HLTH), dopo aver guadagnato ampio terreno durante la seduta, chiude con una cessione dell’1,7% a quota 27 dollari per azione. Lehman Brothers ha iniziato ad occuparsi della societa’ attribuendogli un rating “Buy” ed un prezzo target di 45 dollari per azione. Secondo la banca d’affari, le recenti acquisizioni di Healtheon hanno aumentato la competitivita’ che dovrebbe influire positivamente sull’andamento del titolo.

Per quanto riguarda il settore del’intermediazione titoli, Ameritrade (AMTD) non sembra risentire dell’aumento della valutazione da parte di Chase Hambrecht & Quist e perde quasi il 3,14%. La banca d’affari, infatti, ha incrementato il rating da “Market Perform” a “Buy” portandone il prezzo target a 27 dollari per azione sulla base delle aspettative di un rialzo degli utili che dovrebbero essere annunciati giovedi’ 13 aprile.

Nel settore della telefonia, Global Crossing (GBLX) ha annnciato i termini per la seconda porzione di azioni che intende mettere sul mercato. Global Crossing, che sta costruendo la prima rete di fibre ottiche globale, introdurra’ in borsa 43 milioni di nuove azioni a 33 dollari ognuna. Il titolo ha chiuso con una cessione frazionale dello 0,19%.

Nel settore bancario, Chase Manhattan Bank (CMB), con un’offerta da 7,73 miliardi di dollari, ha appena concluso la trattativa per l’acquisizione della banca d’investimenti britannica Robert Fleming Holdings. Questa operazione pone Chase al top tra gli operatori di servizi finanziari globali, con una solida posizione in Europa e in Asia. Il titolo ha perso oggi il 2,12%.(vedi storia WSI)

In altri settori, Aetna (AET) si trova ad un punto di svolta nella causa intentata dal procuratore generale dello stato del Texas riguardo all’utilizzo improprio di strumenti di marketing ed alla fornitura di informazioni errate ai medici in modo da limitare le prestazioni mediche. I dettagli su un probabile accordo sono attesi per questo pomeriggio. Il titolo ha chiuso in rialzo dello 0,54%.

Abbott Laboratories (ABT) guadagna terreno con un rialzo dell’1,45% dopo che la societa’ ha annunciato utili in crescita in linea con le stime degli analisti. Tuttavia, le vendite, pur in lieve rialzo, si sono attestate sotto le aspettative influenzate dall’introduzione sul mercato di un nuovo farmaco per il trattamento dell’ipertensione.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati delle 16:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

MOT Motorola, Inc. 30,123,800 123.500 -27.500 -18.21%;

RAD Rite Aid Corporation 22,885,300 7.313 +1.625 +28.57%;

NOK Nokia Corporation 20,371,100 53.000 -1.750 -3.20%;

AOL America Online, Inc. 16,590,000 65.875 -1.375 -2.04%;

CPQ Compaq Computer Corporation 15,979,800 27.813 -1.563 -5.32%;

PFE Pfizer Inc 13,049,600 39.813 inv. 0.00%;

LU Lucent Technologies Inc. 11,608,600 57.813 -1.188 -2.01%;

CMX Caremark Rx Inc. 11,505,800 6.500 +1.125 +20.93%;

C Citigroup Inc. 11,440,200 63.438 +1.188 +1.91%;

AMD Advanced Micro Devices, Inc. 8,434,300 68.000 -7.500 -9.93%;

Questa la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 16:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

CSCO Cisco Systems, Inc. 58,831,300 70.000 -2.563 -3.53%;

GBLX Global Crossing Ltd. 46,165,000 33.000 -0.063 -0.19%;

MSFT Microsoft Corporation 35,954,200 83.875 -2.188 -2.54%;

ORCL Oracle Corporation 35,471,100 77.375 -5.125 -6.21%;

JDSU JDS Uniphase Corporation 33,151,100 102.188 -7.938 -7.21%;

INTC Intel Corporation 26,524,900 130.750 -0.375 -0.29%;

WCOM MCI WorldCom, Inc. 22,189,900 42.375 -0.313 -0.73%;

SUNW Sun Microsystems, Inc. 22,041,400 87.875 -3.125 -3.43%;

DELL Dell Computer Corporation 20,803,000 55.438 +1.000 +1.84%;

BGEN Biogen, Inc. 20,255,100 53.000 -12.000 -18.46%;