NASDAQ LIMA PERDITE MA RIMANE SOTTO I 4000

12 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata le perdite del Nasdq superano il 3% portando l’indice al di sotto di quota 4.000, in rosso sull’anno, dopo aver cancellato tutti i guadagni dal primo gennaio.

Grande responsabile il settore tecnologico che, gia’ sotto pressione, e’ stato travolto dalla notizia che Goldman Sachs ha tagliato le stime sul fatturato Microsoft da 5,9 a 5,75 miliardi di dollari. L’onda d’urto ha colpito produttori di personal computer, softwarehouse, societa’ Internet e biotecnologie.

La fuga dall’high-tech ha sostenuto un solido e progressivo rialzo dell’indice Dow Jones, un fatto che evidenzia la propensione degli investitori per i titoli di qualita’, dopo le scottature prese con la nuova economia.

Secondo molti analisti la tempesta che si e’ scatenata sul Nasdq rispecchia una fase di rivalutazione dei parametri che ne avevano sostenuto la crescita, in particolare la valutazione delle societa’ Internet e di tutta la galassia dell’high-tech. La correzione sembra dunque destinata a continuare e se la bolla non e’ scoppiata, senza dibbio si e’ sgonfiata parecchio.

Il Dow Jones continua aad avanzare nonostante Microsoft, pur quotata al Nasdaq, sia una delle trenta componenti dell’indice. Il supporto e’ stato offerto dai titoli finanziari (banche e brokeraggio in particolare), automobilistici, petroliferi e dei servizi.

(verificare aggiornamenti INDICI Dow Jones, Nasdaq, S&P 500, Russell 2000 e Wilshire 5000 IN TEMPO REALE in prima pagina).

I principali titoli in movimento oggi nella borsa di New York.

Nel settore farmaceutico, il colosso farmaceutico svizzero Novartis AG (NVTSY) ha registrato per il primo trimestre un aumento del 17% nelle vendite superando le stime degli analisti. Le vendite sono salite a 9,34 miliardi di franchi svizzeri pari a 5,69 miliadi di dollari. Il titolo guadagna attualmente quasi il 3%.(vedi storia WSI)

Nel settore finanziario, J.P. Morgan (JPM) ha fatto sapere oggi che i profitti del primo trimestre sono cresciuti del 5% raggiungendo livelli record grazie alle ottime performance delle divisioni di investment banking, intermediazione titoli e gestione portafgli. Il titolo guadagna poco piu’ del 3%.(vedi storia WSI)

Nel settore dell’alluminio, la canadese Alcan Aluminum (AL) perde quasi mezzo punto percentuale dopo l’annuncio che l’Unione Europea ha dato il via libera alla fusione con il gruppo svizzero Algroup ma non con la francese Pechiney. L’Unione Europea, infatti, ha chiesto alla societa’ canadese di ritirare l’offerta di fusione a causa di problemi sulla concorrenza.(vedi storia WSI)

Nel settore dei prodotti al consumo, il gruppo Unilever (UL) ha concluso gli accordi per l’acquisizione della societa’ di prodotti per il dimagrimento SlimFast Foods per 2,3 miliardi di dollari e della societa’ di gelati Ben & Jerry’s (BGICA) per 326 milioni di dollari. A meta’ giornata, il titolo (UL) e’ in rialzo del 3%.(vedi storie WSI)

Nel settore dell’intermediazione titoli, E*Trade (EGRP), il secondo broker online degli Stati Uniti, ha comunicato oggi i risultati del primo trimestre, superando ampliamente le previsioni di Wall Street grazie ai nuovi clienti conquistati con la moda del day-trading. Il fatturato del primo trimestre si e’ attestato a 407 milioni di dolalri, con un incremento del 152% sull’anno. Il titolo e’ in rialzo di poco piu’ dell’1%.(vedi storia WSI)

Nel settore del’intrattenimento televisivo, Time Warner (TWX) ha annunciato un aumento dei profitti del 13%. Il titolo, tuttavia, perde piu’ del 4%.(vedi storia WSI)

Nel settore cosmetico, Avon (AVP), il leader mondiale di prodotti estetici,Avon ha battuto le stime degli analisti di Wall Street registrando nel primo trimestre dell’anno un aumento del 9% del fatturato, contro il 3% del primo trimestre 1999. I risultati completi saranno duffusi la prossima settimana. Il titolo e’ in grande crescita con un quadagno superiore al 18%.(vedi storia WSI)

Nel settore informatico, Compuware (CPWR), dopo essere scivolata in territorio negativo questa mattina nel preborsa, continua a perdere terreno con un ribasso superiore al 37%. La societa’ ha fatto sapere che gli utili per il quarto trimestre scenderanno sotto le aspettative di Wall Street e si attesteranno tra i 13 ed i 15 centesimi per azione a causa della diminuzione delle vendite nelle divisioni di servizi professionali e prodotti.(vedi storia WSI)

Nel settore della telefonia mobile, Motorola (MOT), che ieri era uno dei titoli piu’ in movimento, oggi non sembra in grande movimento anche dopo che Warburg Dillon Read ne ha confermato il rating “Buy”. A meta’ giornata il titolo perde quasi il 5%.

Nel settore dei titoli tecnologici, Biogen (BGEN) sembra essersi parzialmente ripreso dopo la grande perdita di ieri. Il titolo, aiutato dal rialzo del comparto, guadagna quasi il 6%.

Nel settore trasporti, Harley-Davidson (HDI) ha annunciato un incremento del 36% negli utili del primo trimestre, pari a 80,2 milioni di dollari. Il costruttore motociclistico, una delle icone della cultura pop americana, ha bruciato le aspettative degli analisti di Wall Street con un fatturato di 681,1 milioni di dollari (+21,9%).

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(C) Citigroup Inc. 8,942,000 64.688 +1.250 +1.97%;

(MOT) Motorola, Inc. 8,142,200 116.813 -7.188 -5.80%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 7,910,600 26.313 -0.688 -2.55%;

(NOK) Nokia Corporation 7,822,800 51.250 -3.500 -6.39%;

(AOL) America Online, Inc. 7,534,800 62.813 -2.688 -4.10%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 6,739,800 56.125 -1.313 -2.29%;

(PFE) Pfizer Inc 6,570,800 39.938 +0.125 +0.31%;

(HRC) HEALTHSOUTH Corporation 6,416,300 7.063 +0.313 +4.63%;

(PHA) Pharmacia Corporation 5,204,900 54.875 -2.750 -4.77%;

(NT) Nortel Networks Corporation 4,396,700 109.000 -7.750 -6.64%.

Questa la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MSFT) Microsoft Corporation 42,817,200 79.250 -4.625 -5.51%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 35,776,400 66.125 -3.875 -5.54%;

(CPWR) Compuware Corporation 27,037,900 12.563 -7.500 -37.38%;

(ORCL) Oracle Corporation 17,454,000 75.750 -1.625 -2.10%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 17,359,200 82.813 -5.063 -5.76%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 13,899,400 98.938 -3.250 -3.18%;

(DELL) Dell Computer Corporation 13,617,300 52.813 -2.625 -4.74%;

(INTC) Intel Corporation 13,274,200 126.313 -4.438 -3.39%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 10,455,200 42.188 -0.188 -0.44%;

(RIMM) Research In Motion Limited 9,661,200 51.000 -31.000 -37.80%.