MILANO: SI AMPLIA IL REGRESSO DEI TELEFONICI

21 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari in caduta libera sulla scia delle perdite di Wall Street in apertura. Alle 16,30 il Mibtel cede l’1,79% a 32.642 punti; per il Mib30 il ribasso è pari all’1,51%, per il Midex va oltre il 2,50%, mentre continua ad andare a picco il settore del Nuovo Mercato.

Si muovono in controtendenza alcune blue chips come Enel, Fiat e Eni, mentre si ampliano le flessioni dei telefonici e delle utilities e di alcune banche come Fideuram che nelle ultime battute ha perso fino al 7% e ora ridimensiona le perdite a un comunque pesante -5%.

Sulle stesse posizioni anche Aem; poco meglio Mediaset, con un ribasso di oltre il 4% alla stregua di Tecnost. Telecom Italia segna -2,7%; Tim -0,12%. Pesante Seat Pagine Gialle con -3,07%.

Tra i bancari, che pure avevano registrato una certa rotazione del mercato, cede Bipop con -3%.