M5S all’attacco: “fiscal compact ha condannato a morte l’Italia”

15 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

I deputati del Movimento cinque stelle stanno intervenendo uno per uno, nell’aula della Camera, per un minuto a testa, elencando tutti i deputati “colpevoli”, di tutti i partiti, che hanno votato la modifica costituzionale che ha introdotto il principio di pareggio di bilancio nella Carta.

Carlo Sibilia ha accusato questi deputati di “essere traditori della Repubblica italiana, è inutile che vi nascondete dietro i trattati internazionali, Letta è il primo”.

Dopo gli interventi a raffica ci sarà la votazione delle mozioni sulle iniziative in ambito europeo e nazionale per la revisione dei vincoli derivanti dal trattato noto come “fiscal compact“.

Luca Frusone ha poi voluto ricordare “anche i deputati che non sono più in Parlamento, che magari ora siedono sulla poltrona di una partecipata inventata apposta per loro, ma che firmando il fiscal compact hanno condannato a morte gli italiani”.