LETTA PROPONE: ”UNA RETE GLOBALE PER LE PMI”

14 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Grande fermento intorno alle piccole e medie imprese italiane, vera spina dorsale del sistema economico nazionale.

A Bologna il ministro dell’Industria Enrico Letta ha proposto la costituzione di una “rete globale per le Pmi” che consenta loro di affrontare con una strumentazione adeguata le sfide della competizione mondiale. Secondo il ministro “si tratta di un mare in cui oggi le Pmi navigano con difficoltà di orientamento; noi vorremmo fornire loro una bussola con un punto unificato di accesso ai servizi degli operatori”.

La proposta del ministro italiano ha subito trovato il consenso dei 51 Paesi partecipanti alla conferenza Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico). “E’ una buona idea, siamo tutti d’accordo sul principio che dovrebbe essere recepito dalla Dichiarazione che sigleremo domani”, ha indicato il segretario di Stato francese alle Pmi, Marielyse Lebranchu.

L’attenzione per quest’importante realtà economica del Paese trova spazio anche a Milano. Borsa Italiana (Vedi articolo WSI delle 9:35) ha anticipato che tra qualche settimana sarà presentato un progetto per dare spazio sul listino anche a un segmento dedicato alle piccole e medie imprese tradizionali. Sarà una sorta di contraltare al Nuovo Mercato, dove sono quotate le aziende ad alta crescita.