Audi A5: ibrida con stile

18 Ottobre 2019, di Elisa Copeta

Il SUV più venduto della serie Q abbina prestazioni elevate a consumi ed emissioni sempre più ridotte

A cura di Motori.it

La Q5 55 TFSI e quattro è la nuova versione ibrida plug-in della best-seller della gamma Q di Audi, progettata per coniugare performance sportive, elevata efficienza e la versatilità tipica di un SUV. La casa dei quattro anelli compie un ulteriore passo avanti nell’elettrificazione della gamma: la Q5 55 TFSI e quattro è il primo modello della nuova famiglia di vetture ibride plug-in Audi a essere introdotto sul mercato.

L’esclusività di questo modello è rimarcata dal design, caratterizzato dalla specifica griglia single frame e dal pacchetto S line exterior che prevede paraurti, longarine sottoporta, prese d’aria ed estrattori sportivi. La dotazione, particolarmente ricca, riprende il setting della versione Sport. Tra gli equipaggiamenti di serie spiccano i cerchi in lega da 18”, il climatizzatore automatico comfort a tre zone, i fari full LED, il sistema d’informazioni per il conducente con display a colori da 7”, la chiave comfort con sistema di sbloccaggio del portellone tramite sensori, la radio digitale DAB e i sedili anteriori sportivi e posteriori frazionabili 40/20/40, regolabili sia in longitudine sia nell’inclinazione degli schienali.

Il powertrain della Q5 plug-in è composto da un 4 cilindri 2.0 TFSI turbo benzina da 252 CV e 370 Nm di coppia e da un propulsore elettrico da 143 CV e 350 Nm che è integrato, insieme a una frizione di
separazione, nel cambio S tronic a sette rapporti. La potenza della Q5 55 TFSI raggiunge così i 367 CV complessivi. L’accumulatore agli ioni di litio, alloggiato sotto il piano di carico, ha una capienza di 465 litri (contro i 550 delle versioni non elettrificate), pesa 135 kg e ha una capacità di 14,1 kWh, mentre la potenza massima della ricarica è di 7,4 kW (il ripristino richiede fino a 7 ore dalla presa domestica, oppure 2,5 ore presso una colonnina).

Sul fronte delle prestazioni, la Q5 plug-in accelera da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi e raggiunge la velocità massima di 239 km/h, mentre i consumi dichiarati sono pari a 2,1-2,7 l/100 km nel ciclo combinato (con emissioni di CO2 pari a 48-62 g/km). Per quanto riguarda la marcia a zero emissioni, l’Audi indica un’autonomia di 45 chilometri a una velocità non superiore ai 135 km/h.

Nella nuova versione della Q5 debutta la trazione integrale con tecnologia ultra abbinata all’azione di un motore elettrico, mentre il predictive efficiency assist (PEA) contribuisce all’incremento dell’autonomia elettrica e al comfort. Il conducente può decidere quale tra i due propulsori far lavorare, azionando uno dei programmi di marcia tra EV, Auto e Hold, dando rispettivamente priorità alla trazione elettrica, alla modalità ibrida automatica o al risparmio d’energia a vantaggio di una successiva fase di marcia.
Tramite il sistema Audi drive select, il conducente ha a disposizione i classici programmi di guida – auto, comfort, dynamic, efficiency, allroad, offroad e individual – che incidono sull’erogazione, il setup delle sospensioni e la taratura dello sterzo. Quanto al recupero dell’energia, il sistema deriva da quello dell’Audi e-tron, prima vettura totalmente elettrica della casa dei quattro anelli: in fase di frenata permette di recuperare fino a 80 kW di potenza con il motore elettrico che si occupa delle decelerazioni lievi, mentre le frenate di media intensità sono di competenza dei freni idraulici tradizionali.

I prezzi della Q5 55 TFSI e quattro partono da 63.300 euro: la versione Business, che ha un costo di 64.800 euro, aggiunge alla dotazione standard il pacchetto di navigazione, il sistema plus di ausilio al parcheggio, il cruise control, la regolazione del supporto lombare a 4 vie per i sedili anteriori e il volante multifunzione in pelle a tre razze.

L’articolo integrale è stato pubblicato sul numero di ottobre del magazine Wall Street Italia.