GREENSPAN PESA LIEVEMENTE SUGLI INDICI

4 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Mezz’ora dopo l’apertura delle contrattazioni, Il Dow Jones torna in rosso mentre gli investitori continuano l’ondata di vendite iniziata mercoledi’.

Intanto sul piano dei tassi nessuna novita’ da parte del governatore della Federal Reserve, Alan Greenspan, che ha iniziato un intervento presso la sede di Chicago della banca centrale Usa sul tema “La struttura del settore finanziario”.

Brevi accenni sul rischio della compiacenza dei mercati sulla volatilita’ di borsa hanno forse contribuito a precipitare il clima di contrattazioni, gia’ teso dopo lo scivolone di mercoledi’.

L’ondata di vendite ha seguito un breve periodo di rialzo in apertura dopo la comunicazione di un dato sulla produttivita’ americana nel primo trimestre inferiore alle aspettative. (vedi articolo WSI delle 8:30).

(verificare aggiornamenti INDICI in tempo reale in prima pagina)

Tra i principali titoli in movimento questa mattina a Wall Street:

Nel settore dell’intrattenimento, Walt Disney (DIS) ha chiuso il suo secondo trimestre fiscale con utili in crescita del 31%. Gli eccellenti risultati si devono in particolare al grande successo del quiz televisivo “Who Wants to be a Millionaire” trasmesso dal canale ABC. Quetsa mattina, il titolo e’ in rialzo di poco piu’ di mezzo punto percentuale.(vedi articolo WSI delle 09:31)

Nel settore televisivo, Time Warner (TWX) quadagna quasi l’1% senza risentire dell’annuncio della Federal Communications Commission sulla disputa che ha spinto Time Warner a oscurare il canale ABC del gruppo Disney. L’ente americano ha accusato Time Warner di violazione delle leggi vigenti in materia di telecomunicazioni.

Nel settore dei software per l’e-commerce, Commerce One (CMRC) guadagna quasi l’8% dopo che Goldman Sachs ha iniziato la copertura della societa’ con un rating “Recommended List” ed un prezzo target di $100.

Nel settore dei titoli biotecnologici, Chiron (CHIR) ha chiuso il primo trimestre con un rialzo del 70% degli utili netti. Battendo le stime di degli analisti di 16 centesimi per azione, la societa’ californiana ha registrato un utile netto di 21 cenetesimi per azione, pari a $40,2 milioni. Il titolo quadagna il 2,5%.

Nel settore finanziario, Charles Schwab Corp. (SCH), uno dei leader tra i broker online Usa, perde poco meno del 5% dopo aver annunciato questa mattina un frazionamento azionario nella misura di 3 a 2.(vedi articolo WSI delle 08:48)