Governo Ombra WSI

2 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’idea non e’ nostra, la rilanciamo a tutti ma e’ venuta all’utente stemagg che in un suo post tra le altre cose ha scritto:

E’ ora che questi social-club-forum-network, o come li vogliamo chiamare, comincino a dettare legge. Inizino, cioè, a essere fortemente propositivi, forti della loro presenza, della nutrita partecipazione, della competenza dei partecipanti in questa sorta di democrazia diretta. Altrimenti il nostro, è solo un esercizio di scrittura che non arriva nei palazzi del potere e non incide in alcun modo.

Altra cosa sarebbe, ad esempio, la creazione di un Governo Ombra virtuale di WSI da cui scaturissero proposte alternative a quelle del Governo reale. Proposte che siano la sommatoria della partecipazione degli iscritti che hanno delle proprie opinioni e idee e che siano disposte a confrontarle con altre per ottenere un elaborato da sottoporre all’attenzione di quanti desiderano recepire, di quanti non vogliono smettere mai di capire. Un saluto a tutti e un invito a ottimizzare la nostra voglia di partecipazione e il nostro desiderio di incidere per tentare di dare un aiuto effettivo ad una nazione in grave difficoltà, a noi stessi e ai nostri figli.

Grazie, stemagg. Lo prendiamo come uno spunto, non da politilogi, non da professoroni, ma qualcosa di buono potrebbe uscirne. Vediamo.

Questa sezione, dunque, potrebbe diventare un laboratorio di idee. Sara’ fissa in home page, per facilitare l’accesso. Ci vorranno mesi per arrivare, eventualmente, all’elaborazione di un programma e una lista semplificata (10 punti massimo) di provedimenti assolutamenti urgenti da varare. Poiche’ si parla di “Governo Ombra”, si dovrebbe pensare in concreto all’attivita’ dei singoli ministeri (i principali) e alla strategia di governo di un esecutivo a Roma (con tutti i dovuti obblighi di politica internazionale, commerciale e monetaria) nell’ambito di un serio piano multi-annuale, diciamo dal 2014 al 2020 – non la prossima settimana.

La discussione e’ al 100% aperta, nasce dal basso e ad auto-moderarla saranno gli stessi utenti/moderatori (2 o 3 dovrebbero tirare le fila delle varie proposte e riordinare le idee nei prossimi mesi). La redazione di Wall Street Italia segue con attenzione ma non partecipa. Puntiamo alla qualita’ e vedremo. (wsi)

Nota: per favore, i post devono avere senso compiuto, scrittura chiara e concisa. Ciascun post va riletto, rivisto e corretto prima di essere inviato, stile non da chat. Copia & incolla solo se viene citata la fonte. Grazie.