GIORNO DEL TORO A WALL STREET, NASDAQ +6,5%

25 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il rally del Nasdaq e’ riuscito a cancellare le perdite di ieri arrivando in chiusura con un rialzo del 6,58% a quota 3.710 punti.

Altrettanto smagliante l’andamento dell’indice Dow Jones, che termina la seduta con un guadagno del 2,01%, piazzandosi ad appena 600 punti di distanza dai massimi.

(verifica chiusure indici di borsa in prima pagina)

Protagonista della giornata e’ stato il settore tecnologico. Dopo l’ondata di ribassi che si e’ abbattuta sul listino, gli investitori non hanno perso l’occasione di mettere in portafoglio titoli di qualita’ a prezzi scontati.

“Sfondare la soglia dei 3.300 punti e’ stato un passaggio cruciale – ha dichiarato Scott Bleier, responsabile delle strategie d’investimento di Prime Charter – e’ stato a questo punto che gli investitori si sono accorti che il mercato era sceso troppo in basso”.

Bleier prevede che nelle prossime due o tre settimane il tabellone elettronico tocchera’ quota 3.900 punti e che durante l’estate oscillera’ tra i 3.300 e i 3.900 punti.

Il Nasdaq e’ in rosso del 10% dall’inizio dell’anno, dopo essere stato in rialzo del 24% in marzo, mentre l’indice Dow Jones ha perso il 3,6% e lo Standard & Poor’s e’ rimasto praticamente invariato.

Sono state le societa’ con fondamentali in ordine e solida capitalizzazione di mercato a sostenere l’high-tech, a cominciare da Microsoft(MSFT)che, dopo essere sprofondata ieri (-15%) trascinando con se’ tutto il Nasdaq, ha ripreso fiato con un guadagno oggi di oltre il 3%.

La corsa dell’indice Dow Jones, che si trova a circa 600 punti di distanza dai massimi assoluti, e’ stata frenata da Procter & Gamble e 3M; le due societa’ hanno presentato risultati trimestrali deludenti e la risposta dei mercati e’ stata: vendere. (vedi storie WSI)

Il dato sulla fiducia dei consumatori americani in aprile, sceso di appena due decimi di punto a quota 136,9 contro 137,1 di marzo, conferma l’ottimismo sullo stato dell’economia americana.

Il dato suggerisce, secondo i principali analisti, che la spesa per i consumi – uno dei grandi motori della crescita Usa – rimarra’ elevata.

I principali titoli in movimento quest’oggi alla borsa di New York:

Nel settore dei prodotti per la grafica, Xerox Corporation (XRX) ha guadagnato piu’ dell’11% anche dopo l’annuncio sugli utili. La societa’, infatti, ha annunciato che i profitti del primo trimestre sono scesi del 36 percento. Il drammatico calo e’ stato giustificato dalla societa’ con la forza della divisa americana, che ha penalizzato le esportazioni e alla forte concorrenza nel settore delle fotocopiatrici digitali. Deludenti anche i risultati della drastica riorganizzazione della rete di vendita.(vedi storia WSI)

Nel settore delle telecomunicazioni, Bell Atlantic (BEL) ha annunciato una crescita del 10% dei profitti nel primo trimestre di quest’anno. A fine seduta, il titolo quadagnava poco piu’ di mezzo punto percentuale.(vedi storia WSI)

Il titolo SBC Communications (SBC) e’ stato in rialzo del 7% dopo che la societa’ ha registrato un aumento degli utili del 14,3% a quota 56 centesimi per azione battendo le aspettative degli analisti di Wall Street. Gli introiti sono cresciuti dell’8,4% a quota 12,6 miliardi di dollari grazie buon andamento delle operazioni nel settore del wireless.

Nel settore cartario, il titolo International Paper (IP) ha perso quasi il 7% dopo che la societa’ ha fatto sapere di aver offerto 6.2 miliardi di dollari per l’acquisto della concorrente Champion International (CHA).(vedi storia WSI)

Nel settore delle fibre ottiche, Corning Inc. (GLW) ha annunciato utili per il primo trimestre in crescita del 78% grazie soprattutto all’alta richiesta per le tecnologie a fibre ottiche nell’ambito delle telecomunicazioni. Il titolo ha guadagnato il 16%.(vedi storia WSI)

Nel settore del greggio, il caro petrolio ha fatto volare i profitti di Exxon Mobil Corp. (XOM), più che raddoppiati nel primo trimestre rispetto allo scorso anno. Gli utili sono stati pari a 3,35 miliardi di dollari contro 1,61 miliardi di dollari dello stesso periodo del 1999, ovvero 95 centesimi per azione. Il titolo sembra aver reagito positivamente all’annuncio e ha guadagnato quest’oggi quasi l’1%.(vedi storia WSI)

In altri settori, General Electric Co. (GE) ha guadagnato piu’ del 2% dopo che la societa’ ha fatto sapere di essere pronta ad offrire servizi finanziari online attraverso il suo sito Internet specializzato www.gefn.com, sfruttando cosi’ le possibilita’ derivanti dalla fusione con CompuBank.(vedi storia WSI)

Anche 3M (MMM) sorprende gli investitori con una perdita superiore al 5% dopo che la societa’ ha annunciato utili in rialzo del 27% rispetto allo scorso anno.(vedi storia WSI)

Nel settore chimico, il titolo DuPont (DD) e’ stato oggetto di vendite dopo che il colosso chimico ha annunciato per il primo trimestre utili di 85 centesimi per azione, in rialzo di 66 centesimi per azione rispetto all’anno scorso e superiori di 9 centesimi rispetto le aspettative degli analisti. Il titolo ha perso quasi il 9%.

Nel settore finanziario, Procter and Gamble (PG) ha perdso oggi quasi il 10% dopo che il colosso di prodotti al consumo ha annunciato utili per il terzo trimestre fiscale di 64 centesimi per azione, in linea con le aspettative ma inferiori ai 72 centesimi per azione registrati nello stesso periodo dello scorso anno.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati Di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CPQ) Compaq Computer Corporation 17,730,800 27.813 +1.563 +5.95%;

(BMY) Bristol-Myers Squibb Company 16,157,500 50.625 +1.125 +2.27%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 14,341,900 22.188 +0.625 +2.90%;

(AOL) America Online, Inc. 13,584,500 60.375 +2.375 +4.09%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 11,573,000 63.188 +2.250 +3.69%;

(T) AT&T Corp. 10,891,500 52.688 +3.625 +7.39%;

(PFE) Pfizer Inc 9,374,000 43.500 unch 0.00%;

(PG) Procter & Gamble Company 9,229,600 63.750 -6.750 -9.57%;

(PPE) Park Place Entertainment Corporation 9,058,500 13.063 +1.000 +8.29%;

(BPA) BP Amoco p.l.c. 8,613,600 52.375 +2.625 +5.28%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MSFT) Microsoft Corporation 72,260,000 68.563 +1.938 +2.91%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 45,272,900 65.375 +1.938 +3.05%;

(EXDS) Exodus Communications, Inc. 28,262,000 77.813 -4.688 -5.68%;

(ORCL) Oracle Corporation 26,699,800 75.063 +2.625 +3.62%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 25,983,500 93.938 +13.625 +16.97%;

(INTC) Intel Corporation 21,590,700 123.844 +7.719 +6.65%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 20,896,900 104.250 +4.625 +4.64%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 18,429,700 92.938 +5.313 +6.06%;

(DELL) Dell Computer Corporation 17,887,600 51.125 +3.375 +7.07%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 16,609,200 41.375 +1.625 +4.09%.