Enasarco, alle elezioni per il rinnovo cda vince cordata Anasf

8 Ottobre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Con il 45% delle preferenze la lista 1 Fare presto! e fare bene si aggiudica la vittoria politica della tornata elettorale che ha coinvolto gli iscritti ad Enasarco per il rinnovo del cda dell’ente previdenziale.

“E’ con grande soddisfazione che guardiamo ai risultati di voto. Anasf ha dimostrato di schierarsi in maniera compatta e con grande senso di responsabilità rispetto ai temi che riguardano il futuro previdenziale dei consulenti finanziari”, così ha commentato il Presidente Anasf Luigi Conte.

In termini assoluti i voti ottenuti dalla coalizione a cui Anasf partecipa sono stati 14.019. In totale, tra il 24 settembre e il 7 ottobre, hanno votato 31.287 tra agenti di commercio e consulenti finanziari.
Quattro anni fa, in occasione delle prime elezioni nella storia dell’Ente, erano stati 25.448.

“Il contributo dei soci Anasf è stato determinante per raggiungere questo risultato elettorale -continua Conte- e la coalizione ha potuto contare sul forte senso di partecipazione che caratterizza la nostra Associazione.
Come in altri ambiti, anche in questa occasione, ci siamo fatti promotori delle istanze di tutta la categoria, perché l’attività di tutela della nostra professione, e in questo caso della nostra previdenza complementare, ha effetti su tutti gli iscritti alla Fondazione.
Oggi più che mai i soci Anasf sono stati coesi e uniti nell’esprimere la loro preferenza all’unica lista in grado di cambiare le sorti del nostro Ente, aderendo completamente all’obiettivo di discontinuità rispetto al passato su cui abbiamo impostato il nostro programma elettorale”.

 

Importante risultato ottenuto dalla coalizione Fare presto! e fare bene anche lato società preponenti, con 5.919 voti, pari a circa il 34% dei votanti.

Con la costituzione dell’Assemblea dei Delegati si provvederà quindi a definire i consiglieri del CdA. I Delegati Anasf che entrano in Assemblea sono: Antonio Fricano, Fabrizio Forastieri, Fabio Antonini, Fabrizio Quaglio, Luigi Antonio Criscione, Gianfranco Giannini Guazzugli.