DOW REPORT: ANALISI TITOLI 140405

14 Aprile 2005, di Redazione Wall Street Italia

WAL MART

SOTTO LA LENTE: WAL MART

Rotto il supporto

Wal-Mart (PC 48.51 usd) si muove da cinque anni all’interno di un ampio canale laterale (44% circa di ampiezza) compreso fra 41.00 e 64.00, con livello spartiacque a quota 51.00.
Negli ultimi due anni il titolo si è mantenuto nella parte alta di tale canale, oscillando fra 51.00 e 60.00, andando però a testare più volte il supporto critico a 51.00, per poi violarlo a fine marzo scorso.

Previsioni: per le prossime settimane, finché le quotazioni si mantengono al di sotto di 51.00/52.00, il quadro tecnico è debole e sono probabili discese a 45.00/46.00, dove dovrebbe verificarsi un rimbalzo tecnico. La violazione di 45.00 ricondurrebbe le quotazioni verso 40.00/42.00.
In termini di Relativa Performance, possiamo notare che il titolo mantiene da circa due anni un andamento negativo nei confronti del Dow Jones IA.

Analisi a cura di: Giorgio Sogliani

Il prossimo aggiornamento sarà effettuato il 28 aprile.

Procter & Gamble (PC 55.21 USD)
Dopo aver testato quota 57.00 a settembre 2004, il titolo ha avviato una profonda correzione che lo ha condotto in prossimità di 50.50 a fine ottobre, determinando la formazione di una banda di oscillazione laterale fra tali livelli.
Per le prossime sedute, rimane probabile un movimento di consolidamento fra 54.00 e 57.00/58.00.
Al di sopra di quest’ultimo livello, tornerebbero con forza le pressioni al rialzo, proponendo 60.00 e quindi 65.00.

IBM (PC 84.25 USD)
Da metà 2003 il titolo si muove all’interno di una banda laterale fra 82.00/83.00 e 100.00, di ampiezza pari a circa il 20%. Nelle ultime settimane le quotazioni si sono portate rapidamente verso la parte bassa di tale banda.
Per le prossime sedute è probabile un rimbalzo tecnico verso 88.00/90.00, ma il quadro tecnico è debole e la violazione di 82.00 avvierebbe una discesa verso 73.00/75.00.

United Technologies (PC 101.25 USD)
Dopo il test di dicembre a 105.00/106.00, si è avviata una discesa verso 99.00, dove sono tornati gli acquisti.
Per le prossime sedute il quadro tecnico appare debole/laterale, fra 98.00 e 106.00.
Debolezza sotto 96.00, con discesa verso 92.00/93.00.

Caterpillar (PC 87.76 USD)
Il rally avviatosi a ottobre 2004 ha portato le quotazioni a toccare nuovi massimi a 99.00/100.00, dove sono prevalse le prese di beneficio.
Per le prossime sedute appare probabile un movimento di congestione fra 85.00 e 100.00.
L’eventuale superamento di 100.00, al momento prematuro, farebbe tornare le pressioni rialziste sul titolo, con obiettivo 110.00.

American International Group (PC 51.88 USD)

Nella seconda metà del 2004 il titolo ha avviato una rapida discesa verso il supporto a quota 55.00, evidenziando un brusco deterioramento del quadro tecnico.
A metà ottobre scorso si è però avviato un movimento a ‘V’ che ha ricondotto le quotazioni verso l’area di resistenza a 66.00/68.00 e quindi 73.00, dove sono tornate con forza le vendite, che hanno condotto le quotazioni verso 50.00
Per le prossime settimane il quadro tecnico appare molto deteriorato, con il rischio di nuove discese verso 44.00/45.00, sebbene nell’immediato sia possibile un rimbalzo tecnico verso 55.00.

Altria Group (PC 65.58 USD)
Il titolo ha effettuato negli ultimi cinque anni un movimento triangolare con massimi allineati a 59.00/60.00 e minimi crescenti (a partire da 18.00/19.00 del 2000).
Il superamento della resistenza a 60.00, avvenuta negli ultimi mesi, ha fornito un chiaro segnale positivo per i mesi a venire.
Per le prossime sedute rimane comunque probabile un movimento di consolidamento al di sotto di quota 70.00, con 62.00/63.00 come possibile area di supporto statica.
Le spinte rialziste si attenuerebbero al di sotto di 60.00, rendendo possibili ripiegamenti verso 57.50 e quindi 54.00/55.00, dove dovrebbero tornare gli acquisti.

NOVITÀ! Nuovi servizi disponibili!

Dall’8 novembre ’04 disponibile Segnali Future Nasdaq100 Multiday
Dal 10 novembre ’04 disponibile Segnali Future Portafogli Europa

I nuovi servizi saranno in prova gratuita per 1 mese sulla Piattaforma SELLA ADVICE TRADING, sul trading-on-line

Gli altri servizi disponibili, anch’essi in prova gratuita per 1 mese, sono:

Segnali Future Eurostoxx50 (segnali settimanali long/short sul derivato, con orizzonte multiday);

Segnali Minifib Multiday (segnali settimanali long/short sul derivato, con orizzonte multiday);

Segnali Fib30 infraday (segnali quotidiani long/short sul future, con orizzonte infraday);

Segnali Titoli Italia (segnali quotidiani di trading long/short sui principali titoli azionari italiani, con orizzonte infraday -una settimana);

Segnali Titoli Italia Multiday (ogni lunedì e mercoledì, segnali di trading long/short sui principali titoli azionari italiani, con orizzonte 1- 4 settimane);

Segnali Portafogli Italia (ogni venerdì, segnali solo long sui principali titoli azionari italiani, con orizzonte 1 – 3 mesi)

Per informazioni: www.sella.it/banca_on_line/trading/analisi/advice.jsp Consulta anche il manuale e i tracker.

LEGENDA

Brevissimo periodo: 1-2 giorni
Breve periodo: 2-10 giorni.
Medio periodo: 10-30 giorni.
Lungo periodo: oltre i 30 giorni.

PC: prezzo corrente, ovvero prezzo di mercato al momento dell’analisi.
PR: prezzo di riferimento, inteso come prezzo di chiusura della seduta precedente.

momentum: indica la velocità/accelerazione del mercato “pesata” per i volumi.
mm: media mobile.

NB:
Il presente report dev’essere inteso come fonte di informazione e non può, in nessun caso, essere considerato un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo studio sono frutto di notizie e opinioni che possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso.

Ai sensi dell’art. 69, comma 1, punto c, del Regolamento Emittenti della Consob, Banca Sella segnala che potrebbe avere un proprio specifico interesse riguardo agli emittenti, agli strumenti finanziari o alle operazioni oggetto di analisi.