DEUTSCHE-DRESDNER: QUANDO NASCE UN GIGANTE

9 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Deutsche Bank e Dresdner Bank hanno reso noti i particolari della loro fusione che porterà alla nascita di Deutsche Bank Ag: un gigante, il più grande istituto di credito del mondo.

“Una fusione tra eguali”, si legge nei due comunicati separati che sono stati diramati questa mattina. Tanto eguali da prevedere che i due presidenti, Rolf Breuer di Deutsche Bank e Bernhard Walter di Dresdner Bank, saranno entrambi amministratori delegati del nuovo Gruppo. Ma non abbastanza eguali nella partecipazione: a Deutsche Bank andrà il 60-64%.

I piani di fusione saranno realizzati il primo luglio del 2000. Le assemblee dei rispettivi Gruppi si riuniranno in novembre per votare la fusione. Si procederà tecnicamente con uno scambio azionario e la suddivisione in due rami di attività: il primo si impegnerà nelle funzioni di investment e dei Fondi; il secondo seguirà le attività di sportello e vedrà la partecipazione del Gruppo tedesco Allianz, che avrà il 49%.

Ulteriori particolari sul matrimonio verranno più tardi, con la conferenza stampa prevista far un’ora a Francoforte. Si sa già comunque che il bilancio della nuova banca sarà di 2 mila 500 miliardi di marchi. L’unico, grosso neo di questa operazione riguarda il taglio dei costi, che sacrificherà sull’altare dei risparmi 16 mila 500 posti di lavoro. Rispetto ai 140 mila dipendenti totali, si tratta di circa l’11% della forza lavoro.