Dalla fusione Banca Arner e Gs Bank nasce ONE swiss bank

3 Aprile 2019, di Redazione Wall Street Italia

Banca Arner e Geneva Swiss Bank hanno portato a termine il processo di fusione dando origine a ONE swiss bank, un nuovo attore di primo piano nel private banking svizzero. E’ questo infatti il marchio identificato come prodotto dell’unione tra i due istituti elvetici che da seguito all’intesa firmata a fine 2018. La fusione, ottenuto il via libera dell’autorità di vigilanza, ha effetto dal 4 marzo, con la nuova banca private che ha due sedi principali, una a Lugano e una a Ginevra.

“L’approccio attuale non rappresenta una rottura con il passato” ha commentato Grégoire Pennone, ceo di ONE swiss bank. “Il mondo sta cambiando rapidamente ed è essenziale ripensare il modello del private banking per rispondere alle esigenze di una clientela le cui aspettative stanno cambiando. Questa nuova identità è il primo passo importante in un processo di riprogettazione della nostra realtà bancaria. ONE swiss bank rappresenta l’unione di due banche che convergono in un progetto comune e simboleggia anche l’attenzione e l’impegno indispensabile per soddisfare le specifiche esigenze di personalizzazione dei nostri clienti in maniera mirata. Dato che le esigenze e le aspettative specifiche di ciascuno sono individuali, si deve rispondere a queste attese attraverso una nuova offerta”.

“È indispensabile rivolgersi a una nuova generazione di clienti, compresi i giovani imprenditori, che oltre alla conservazione e alla gestione dei propri beni si aspettano qualche cosa di nuovo e diverso dalle banche private. Abbiamo quindi scelto un approccio partecipativo unico per concretizzare questo progetto. Sia i nostri dipendenti sia i nostri clienti saranno consultati per modernizzare il concetto stesso di private banking”, ha dichiarato Jean-Jacques Schrämli, responsabile asset management nel comitato esecutivo di ONE swiss bank e responsabile della sede di Lugano.