Moda, confronto prezzi online può far risparmiare il 30%

17 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Comparare i prezzi online è diventata ormai un’abitudine per molti italiani: prima di un acquisto, piccolo o grande che sia, le disparità di prezzo fra un negozio e l’altro sono spesso significative. Gli articoli di abbigliamento non fanno certo eccezione. Nella categoria Moda & Accessori afferma un’analisi svolta dalla piattaforma di confronto prezzi Idealo, la possibilità di risparmiare cercando le migliori offerte, in media, arriva al 29,7%.
Il rapporto, basato sulle offerte ospitate dal portale italiano di Idealo fra il 6 febbraio 2019 e il 5 febbraio 2020, mette in mostra anche la prevalenza delle donne nelle ricerche online per gli articoli di moda. Una prevalenza 50,6% che assume significato se si considera che, nella media di tutte le categorie, la quota di donne impegnate nel confronto dei prezzi online è solo del 38,3%.

Dove trovare i migliori affari

Secondo i dati della piattaforma, la possibilità di trovare offerte più vantaggiose incide in modo abbastanza diverso fra un articolo di moda e l’altro. Il confronto online risulta particolarmente utile se si devono, ad esempio, acquistare dei guanti (con un risparmio medio che arriva fino al 76,5%), seguono poi in questa “classifica” le calze da donna (-58,1%), sciarpe e foulard (-54,0%), berretti (-46,9%), camicette da donna (-44,4%), biancheria da notte femminile (-44,2%), collane (-41,3%). cravatte (-41,0%), vestiti da donna (-40,6%), leggins (-38,9%), borse da donna (-36,2%) e borse a tracolla (-36,0%) giacche e cappotti ancora da donna (-35,7%) e infine bracciali (-35,5%), stivali (-34,9%), anelli (-34,2%), gonne (-34,0%) e pantaloni da donna (-32,7%).

 

Le categorie che guadagnano popolarità

Rispetto al 2018 a crescere di più nelle ricerche sul portale Idealo sono le sottocategorie: moda uomo (+225,3%), scarpe (+103,7%), moda donna (+82,1%), accessori moda (+69,3%), borse e valigie (+32,4%) e orologi (+22,5%). I gioielli, invece, hanno vissuto una lieve decrescita delle intenzioni di acquisto: -8,3%.
La moda uomo risulta più popolare dell’equivalente femminile, emerge dai dati dell’analisi, anche perché è molto frequente il caso in cui a confrontare i prezzi siano donne alla ricerca di prodotti maschili.