Chi è Carlo Bonomi, presidente designato di Confindustria

16 Aprile 2020, di Alberto Battaglia

Carlo Bonomi, già presidente di Assolombarda, è stato indicato oggi come nuovo presidente di Confindustria dal Consiglio Generale, grazie a 123 preferenze su 183 aventi diritto.
Bonomi scavalca così Licia Mattioli e si appresta sa subentrare a Vincenzo Boccia alla guida dell’influente confederazione che riunisce i principali gruppi industriali italiani.
La nomina sarà confermata una volta ottenuto il gradimento dell’assemblea dei delegati, che si riunirà il prossimo 20 maggio.

Chi è Carlo Bonomi

Nato a Crema il 2 agosto del 1966, Bonomi è attualmente presidente del Cda di Synopo Spa (società attiva nel settore della strumentazione per la neurologia) e consigliere d’amministrazione di Dulevo International (società produttrice di macchine spazzatrici). Nell’esperienza imprenditoriale di Bonomi c’è soprattutto il comparto biomedico: fra le controllate Synopo, infatti, si contano realtà leader nella produzione dei liquidi di contrasto nella produzione di consumabili utilizzati in oncologia ed emorecupero post operatorio.

Presidente di Assolombarda dal 2017, Bonomi è, inoltre, consigliere d’amministrazione dell’università Bocconi (dal 2018). Fra gli altri incarichi di amministrazione aziendale Bonomi ricopre inoltre la carica di presidente del Cda di Ocean Srl e Marsupium Srl, ed è Consigliere indipendente di Springrowth Sgr.

Il primo incarico di Bonomi in Confindustria risale al 2016, con la nomina a Presidente del Gruppo Tecnico per il Fisco. Bomomi, inoltre, è membro Consiglio Generale di Confindustria e del Consiglio di Presidenza di Confindustria Lombardia.

Il futuro presidente di Confindustria vanta, infine, una presenza anche due prestigiosi think-tank: l’Aspen Institute Italia, di cui è membro del Consiglio generale dal 2017; e l’Ispi per il quale è membro del Cda.