CALO MERCATO FAVORIRA’ FUSIONI

17 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Michael Holland di Holland & Co. e’ certo che il recente declino dei prezzi azionari stimolera’ un aumento delle acquisizioni e delle fusioni, soprattutto tra le aziende piu’ vulnerabili dell’Internet.

Le societa’ che piu’ hanno risentito del calo del mercato sono state infatti quelle meno solide del settore Internet, i cui titoli erano cresciuti a livelli record sulla base delle loro potenzialita’ future.

“I titoli di queste societa’ ‘dot-com’ sono caduti cosi’ in basso che sono diventati interessanti per le aziende del settore che ancora possono permettersi di espandere le proprie operazioni”, ha commentato Holland.

Prima della correzione della scorsa settimana, l’ondata di fusioni ed acquisizioni sembrava particolarmente forte nel settore dei media; lo scorso settembre Viacom(VIA) ha annunciato l’intenzione di acquistare CBS(CBS) e a gennaio America Online (AOL) ha dato la notizia dell’acquisto di Time Warner(TWX) per 160 miliardi di dollari. Mercoledi’ scorso la fusione tra il leader dei fornitori del servizio Internet e il gigante dei media era ancora in programma per l’autunno.

Durante il cosidetto ‘lunedi’ nero’, il 19 ottobre 1987, l’indice Dow Jones Industrial Average e’ crollato 508 punti, ma cosi’ come oggi, gli utili societari erano forti e la recessione economica non si e’ manifestata sino al 1990.

Nel 1998 si e’ verificata una delle piu’ importanti acquisizioni, quella di RJR Nabisco da parte di Kohlberg Kravis Roberts per circa 26 miliardi di dollari.

“Quello che sta succedendo al mercato e all’economia”, ha commentato Holland, “ricorda il 1987”.