BORSE: VERSO FUSIONE BRUXELLES, AMSTERDAM E PARIGI

15 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il progetto per una fusione tra le Borse di Bruxelles, Amsterdam e Parigi ‘è in una fase avanzata di discussione’.

Lo ha confermato il ministro delle finanze del Belgio Didier Reynders, al termine della prima riunione della “task force” sui mercati finanziari che ha trattato dell’argomento.

“Confermo che esistono diversi progetti per una
collaborazione tra più Borse, che potrebbe essere a due, tre, cinque o anche più. La palla è nel campo dei consigli d’amministrazione delle diverse Borse che devono decidere cosa fare”, ha aggiunto il ministro.

Anche da parte olandese è stato confermato l’esistenza di un confronto tra la Borsa di Amsterdam e le ‘sorelle’ belga e francese per giungere ad un’eventuale fusione.

“Nessuna decisione sarà presa a breve”, ha pero’ precisato un portavoce della piazza finanziaria olandese, smentendo informazioni riportate oggi dal quotidiano belga ‘De Standaar’ secondo le
quali per l’accordo a tre è solo questione di ore.

Secondo indiscrezioni, il progetto manterrebbe ben distinte le competenze delle tre Borse: mercato dei titoli di qualità dei tre paesi Parigi; centro di mercato dei titoli derivati Amsterdam; punto di riferimento per le piccole e medie imprese Bruxelles.