BORSE EUROPEE AL GALOPPO GRAZIE AI TELEFONICI

28 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

I mercati borsistici del Vecchio Continente stanno mettendo a segno un consistente rialzo medio degli indici, oltre il 2%.

Sulle contrattazioni non sembrano pesare ne’ la decisione presa ieri dalla Bce che ha rialzato i tassi; ne’ la prospettiva di una ulteriore stretta monetaria negli Stati Uniti, dopo la diffusione degli ultimi dati congiunturali. (vedi storie WSI).

A tirare sono i Tmt (Tecnologici, media e telefonici) che stanno infiammando un po’ tutti i mercati in rialzo.

Il Dax di Francoforte è al momeno quello che fa segnare il miglior risultato con u rialzo del 2,60% a 7.409 punti.

Poco distante la City londinese con l’indice Ftse a +2,52% a 6.335 punti.

A Parigi è il rialzo dell’Alcatel a tenere banco sulle voci delle trattative con la svedese Ericsson per l’acquisizione della divisione della telefonia cellulare. Il Gruppo svedese ha smentito, ma gli investitori ci credono e portano Alcatel a oltre il 9% di guadagno. Il Cac intanto guadagna il 2,29% a 6.390 punti.