BlackRock, italiani-formiche: 78% si considera risparmiatore

21 Maggio 2019, di Alberto Battaglia

Sulla stampa finanziaria viene spesso ricordato quanto iniziare a investire presto e ponendosi chiari obiettivi possa essere una fonte di maggiore benessere ed arricchimento futuro. Secondo un rapporto condotto da BlackRock, tuttavia, solo un italiano su due, fra quelli che non investono nulla, ritiene che il futuro potrebbe essere migliore se iniziasse a investire ora. E’ uno dei dati più bassi registrati nei 13 Paesi analizzati (dietro ci sono solo Svizzera e Germania). In media, il 69% dei non-investitori è consapevole che potrebbe stare meglio investendo.

L’ultimo Global Investor Pulse di BlackRock, conferma ancora una volta l’immagine degli italiani-formiche, più attenti al risparmio che non all’investimento. Il 78% degli italiani si considera un risparmiatore e solo il 47% del campione è investitore, contro una media globale al 55%. Solo il 43% degli italiani inoltre, investe o risparmia con un obiettivo preciso. La pensione, uno dei più tipici obiettivi d’investimento sul lungo periodo, viene affrontata molto più attivamente dagli uomini (uno su due ha iniziato a risparmiare per la vecchiaia) che non dalle donne.

In oltre un caso su quattro, la ragione che tiene alla larga gli italiani dagli investimenti è la paura di perdere tutto (26%). In oltre un caso su due il motivo, invece, è l’assenza stessa di fondi (55%). Il 63% degli italiani, poi, ritiene che le informazioni relative al mondo degli investimenti siano difficili da capire. Il 42% degli italiani Millenial, inoltre, ritengono di non avere competenze finanziarie sufficienti per iniziare a investire (contro il 26% dei Baby boomer).