Biogen Idec e Swedish Orphan Biovitrum annunciano decisione di far avanzare terapia per emofili

9 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Biogen Idec (NASDAQ: BIIB) e Swedish Orphan Biovitrum (STO: SOBI) hanno annunciato oggi che hanno in programma di portare la proteina di fusione a lungo termine, completamente ricombinante costituita dal fattore VIII connesso al dominio Fc (rFVIIIFc) delle due società a una sperimentazione clinica registrativa in persone affette da emofilia A. La decisione di far avanzare il programma si basa su dati promettenti provenienti da uno studio di fase 1/2a in aperto, cross-over, multicentrico con intensificazione del dosaggio che ha valutato la sicurezza e la farmacocinetica di un’iniezione endovenosa di rFVIIIFc in 16 pazienti precedentemente in cura e affetti da una grave forma di emofilia A. Nello studio l’rFVIIIFc ha dimostrato di essere ben tollerato e di avere un’emivita più lunga rispetto all’Advate® (fattore antiemofilico ricombinante, metodo privo di plasma/albumina, rFVIII), il che convalida la decisione di portare avanti il programma. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Contatto per i media di Biogen Idec:Tracy Vineis, 781-464-3260Senior Manager, Affari pubblicioppureContatto per le relazioni con gli investitori di Biogen Idec:Kia Khaleghpour, 781-464-2442Co-direttore, Relazioni con gli investitorioppureSwedish Orphan Biovitrum:Peter Edman, +46 8 629 21 [email protected] Kinnman, +46 73 422 15 40Vicepresidente Relazioni con gli investitori e affari [email protected] Nicklasson, +46 8 697 20 00CEO