BATTUTA D’ARRESTO NELLA CAMPAGNA ACQUISTI UNILEVER

3 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il gruppo anglo-olandese Unilever si e’ visto sbattere la porta in faccia dopo aver offerto 18,4 miliardi di dollari per l’acquisizione di Bestfoods.

L’amministratore delegato di Bestfoods, ha ritenuto l’offerta “inadeguata e non nel miglior interesse degli azionisti”.

I principali analisti concordano sul fatto che Bestfoods, che controlla marchi come Knorr e Hellmann’s, sarebbe stata il target ideale per Unilever, il secondo gruppo mondiale nel settore dei prodotti di largo consumo dopo Philip Morris.

Univeler, che ha recentemente comprato sulla piazza degli Stati Uniti Ben & Jerry’s Homemade e SlimFast Foods, ha fatto sapere attraverso un portavoce di essere “estremamente scontenta” per il rifiuto di Bestfoods a discutere la proposta.