Auto: dal 1989 ad oggi consumano il 31% in meno e pesano il 42% in più

7 Novembre 2019, di Alessandra Caparello

A trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino la società è profondamente cambiata e tra i simboli del cambiamento troviamo l’auto, status symbol per molte persone. Da qui il portale DriveK ha voluto ricordare quali auto siano state testimoni della caduta del Muro e quanto siano diverse da quelle che guidiamo oggi confrontando le 20 auto più richieste dagli italiani nel 1989 e le 20 più cercate sul web nel 2019.

L’auto più acquistata dagli italiani nel 1989 e nel 2019

Se a novembre del 1989 sui giornali teneva banco la bagarre sulla benzina verde, che molti ritenevano addirittura più inquinante della benzina con il  piombo, e soltanto il 9,3% de mercato era riservato a vetture diesel, oggi invece con una contrazione superiore al 30%, oggi le auto più richieste sul web consumano in media 5,5 l/100km, a fronte degli 8 l/100km medi per quelle più immatricolate nel 1989. Guardando alla classifica, allora come adesso è una Citroën ad aggiudicarsi il titolo di auto più ecologica: la Citroën AX, la tredicesima auto più acquistata nel 1989, ha passato il testimone alla Citroën C3 che, oltretutto, è anche la più richiesta sul web oggi.

Mediamente, dal 1989 ad oggi l’auto che gli italiani cercano è diventata il 16% più veloce; tra le 20 auto più richieste nel 2019, sul fronte della velocità massima, è la Volkswagen Golf a vincere con un massimo di 216 km/h. Trent’anni fa inoltre quasi 6 auto immatricolate su 10 erano italiane (58,04%) – il 53% delle prime 20 in classifica – mentre oggi sono solamente 5 le auto italiane che figurano tra le prime 20 più richieste sul web, tra cui si posizionano meglio la Fiat Panda e la Fiat 500X, al terzo e decimo posto in classifica.

Anche le preferenze in fatto di carrozzeria sono cambiate: gli ultimi anni hanno visto un vero e proprio boom per quanto riguarda la diffusione dei SUV che ha contribuito a far crescere del 42% il peso medio dell’auto più cercata, che è passato da 870 a 1.238 kg. Nel 1989 spopolava la Fiat Uno e la 126.

Gli ultimi trent’anni hanno determinato un cambio di paradigma nel comparto automotive – dichiara Tommaso Carboni, Country Manager di MotorK, società proprietaria del marchio DriveK – e il confronto tra le due classifiche lo dimostra. Eppure, anche se siamo di fronte a veicoli totalmente  rinnovati in termini di efficienza energetica, sicurezza di guida e tecnologie, nel 1989 come oggi la domanda degli italiani si concentra su veicoli di prezzo contenuto. La principale novità rispetto al passato è rappresentata dall’ampliamento dell’offerta di modelli da parte di tutti i marchi: con l’arrivo di SUV e crossover questa tipologia di auto è ormai stabilmente una delle passioni degli italiani.

La Top 20 delle automobili più richieste in Italia nel 1989* (fonte: Quattroruote n. 409, 1989, dati relativi alle immatricolazioni del periodo gennaio-settembre) e quelle più cercate sul web (gennaio-settembre 2019; fonte Osservatorio sulla ricerca dell’auto nuova di DriveK)