Auto, Cina sorpasserà Europa. Germania pronta all’attacco

2 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

Milano – La Cina mette fuori la freccia e punta davvero a fare il grande balzo nel 2013: a superare per la prima volta l’Europa nella produzione di auto. Pechino produrrà 19,6 milioni di veicoli contro i 18,3 milioni assemblati dalla Germania alla Francia dalla Polonia all’Italia. Le stime sono state elaborate dal Financial Times sulla base delle previsioni fatte dai tre consulenti Ihs, Lmc Auto e PwC insieme con le banche d’affari Ubs e Credit Suisse. Secondo le stime degli esperti, quest’anno ci sarà una lieve ripresa dell’industria dell’auto a livello mondiale.

Le attese indicano una produzione in rialzo del 2,2% contro un +4,9% del 2012. A livello planetario le vendite sono valutate in 1.300 miliardi di dollari. Mentre la produzione in Cina quest’anno sarà circa di dieci volte superiore a quella del 2000, quando la sua quota di mercato era solo del 3,5%. Ma la supremazia nel mondo dell’auto potrebbe cambiare poco: a trarne vantaggio saranno ancora una volta loro, i produttori tedeschi, spinti anche dal via libera del parlamento Usa alla legge di bilancio.

Sempre secondo le previsioni degli istituti di ricerca e degli analisti finanziari, questa situazione favorirà la generalista Volkswagen, la controllata Porsche, Bmw e Daimler. Dettaglio da non lasciarsi sfuggire: la bavarese Bmw, che controlla anche Rolls Royce, è il principale produttore mondiale di auto di lusso, davanti all’eterno rivale Daimler (+2,29%), titolare dei marchi Mercedes-Benz e Maybach. Quindi la sfida sarà più che mai accesa.

Entrambi i gruppi godono, infatti, di una ottima posizione sia in Cina che negli Usa e proprio Daimler, secondo la stampa tedesca, si prepara ad accogliere investitori cinesi nel suo capitale. Nel caso di Volkswagen, invece proprio in Cina terminerà entro l’anno la costruzione di 2 nuove fabbriche, portando la sua propria produzione cinese a 3 milioni di veicoli entro il 2014, secondo i piani annunciati dal numero uno di Wolfsburg, Martin Winterkorn.