Arabia Saudita: peggior fuga di capitali in 15 anni

27 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Gli ultimi giorni di contrattazioni del mercato azionario dell’Arabia Saudita sono stati tra i peggiori degli ultimi quattro anni. Tra i prezzi del petrolio e la decisione del paese di attaccare lo Yemen la Borsa ha segnato un forte calo. Ma non solo.

Il paese è stato interessato dalla peggior fuga di capitali in quindici anni, come si evince dai dati di marzo relativi alle riserve straniere, che hanno subito un vero e proprio crollo record.

Le riserve di valuta straniera sono scese infatti a marzo di quasi $18 miliardi, attestandosi al minimo in più di tre anni. E l’aggravarsi delle tensioni geopolitiche potrebbe rendere il paese, tra i più ricchi al mondo, ancora più vulnerabile.